Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Manager partecipate, nuovi tetti agli stipendi

partecipate pa 22 gennaio 2016

ROMA (Public Policy) - di Sonia Ricci - I futuri tetti per gli stipendi degli amministratori delle società partecipate saranno decisi con un decreto del Mef, da emanare entro il 30 aprile, che dividerà le società in cinque diverse fasce, tenendo conto di indicatori quantitativi e qualitativi. Resta fermo il limite massimo dei 240 mila euro annui, ma resteranno esclusi i vertici delle società quotate.

Questa una delle novità introdotte questa notte nel decreto P.a. sulle società partecipate, approvato dal Cdm.

Una norma simile era stata inserita in precedenza in una delle bozze di legge di Stabilità circolate alla fine del 2015 poi cancellata. Con il ritocco del decreto Madia viene quindi riproposto il limite stipendiale a "fasce", affidando i paletti al Mef (e non a Palazzo Chigi come deciso in un primo momento).

Il decreto del Mef dovrà passare al vaglio della Conferenza unificata e delle commissioni parlamentari competenti. Lo stesso provvedimento fisserà i criteri per determinare la parte variabile dello stipendio che sarà legata alle performance dell'azienda pubblica. (Public Policy)

@ricci_sonia

© Riproduzione riservata