Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Pa, via allo 'scadenziario' web degli obblighi per cittadini e imprese

Leggi, Franceschini: con monocamerale e nuovo regolamento iter più veloce 23 dicembre 2013

ROMA (Public Policy) - Via allo 'scadenziario' web dei nuovi obblighi amministrativi introdotti a carico di cittadini e imprese. È stato pubblicato infatti in Gazzetta ufficiale, (298 del 20 dicembe 2013), il decreto del presidente del Consiglio dei ministri che definisce le modalità per la pubblicazione sui siti della Pa "dello scadenziario contenente l'indicazione delle date di efficacia dei nuovi obblighi amministrativi" ai sensi del comma 1bis dell'articolo 12 del dLgs 33 del 14 marzo 2013.

Il dLgs in questione è quello che, la scorsa primavera stabiliva il riordino della disciplina riguardante gli "obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni", e in particolare prescriveva la pubblicazione da parte degli uffici dello Stato, di "documenti, delle informazioni e dei dati concernenti l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, cui corrisponde il diritto di chiunque di accedere ai siti direttamente e immediatamente, senza autenticazione ed identificazione". Col dl Fare si era poi aggiunto allo stesso dLgs il passaggio con l'obbligo di pubblicazione dello scadenziario, ora entrato in vigore. In breve, ora i vari rami della Pa saranno tenuti a creare sui loro siti web istituzionali, un'area chiamata "Scadenziario dei nuovi obblighi amministrativi" con l'indicazione delle date di efficacia dei nuovi obblighi. Questa sezione dovrà specificare, per ciascun nuovo obbligo amministrativo, la denominazione, una sintesi o breve descrizione del suo contenuto, il riferimento normativo, il collegamento alla pagina del sito contenente le informazioni sull'adempimento dell'obbligo e sul procedimento.

Per facilitare l'accesso ai contenuti dei nuovi obblighi amministrativi, si legge nel dpCm "le informazioni sono distinte tra quelle che hanno per destinatari i cittadini e quelle che hanno come destinatari le imprese, e organizzate in successione temporale secondo la data d'inizio dell'efficacia degli obblighi stessi". Si stabilisce poi un ordine cronologico nella pubblicazione: "Le amministrazioni dello Stato, gli enti pubblici nazionali e le agenzie di cui al dLgs 300 del 1999, tenute a fissare, salvo casi particolari, la data di decorrenza dell'efficacia dei nuovi obblighi amministrativi alle date del 1° luglio o del 1° gennaio, pubblicano le informazioni dello scadenzario rispettando l'ordine temporale del 1° luglio, del 1° gennaio e delle altre date" previste nel dl 69 2013.

E ancora: "le amministrazioni aggiornano tempestivamente lo scadenzario a seguito dell'approvazione di ciascun provvedimento che introduce un nuovo obbligo". Le amministrazioni, dal canto loro, dovranno trasmettere al Dipartimento della funzione pubblica "i dati relativi ai nuovi obblighi inseriti nello scadenzario, incluso il link diretto alla pagina web". Sulla base delle comunicazioni ricevute, il Dipartimento pubblica in una apposita sezione del sito istituzionale, facilmente raggiungibile dalla homepage, un riepilogo, in successione temporale, degli scadenzari, distinti per destinatari e per amministrazione competente. (Public Policy) LEP

© Riproduzione riservata