Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

REBUS GOVERNO: ALLA CAMERA BERSANI INCONTRA CGIL, CISL, UIL E UGL

25 marzo 2013

(Public Policy) - Roma, 25 marzo - Poco più di un'ora di
confronto tra Pier Luigi Bersani, premier incaricato da
Giorgio Napolitano, e i leader di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, a
Montecitorio. Con le delegazioni dei sindacati hanno preso
il via stamani alle 10,30 le consultazioni per la formazione
del nuovo governo.

"Un segno di cambiamento", è quanto auspicato da Susanna
Camusso, perchè - spiega il segretario Cgil - "la situazione
economica è sempre più difficile". Per Camusso insomma
"serve un esecutivo che indichi alcuni cambiamenti
fondamentali e inverta la tendenza". Tagliare i costi della
politica per la leader di Corso d'Italia non basta.

"A Bersani - ha detto Camusso - abbiamo chiesto di togliere il
pagamento dell'Imu sulla prima casa, fino a un valore di
1.000 euro". "Bisogna fermare la crisi dell'economia ed il
degrado del Paese - ha aggiunto - e porre l'accento su come
si danno risposte al lavoro".

"L'emergenza economica è la priorità assoluta" anche per il
segretario della Uil Luigi Angeletti, che chiede subito "un
piano di riduzione delle tasse sul lavoro". La situazione,
concorda con Camusso il leader della Uil, "è estremamente
seria, per non dire drammatica. Perdiamo migliaia di posti
di lavoro al giorno".

Per Raffaele Bonanni della Cisl "bisogna fare un governo a
tutti i costi". La situazione "è drammatica e il Paese - ha
avvertito - ha bisogno di un accordo tra le forze
politiche". Bonanni ha ribadito che la Cisl "è contrarissima
a tornare a votare, cosa che farebbe somigliare l'Italia
alla Germania di Weimar".

A Bersani anche Giovanni Centrella dell'Ugl ha "chiesto un
governo forte che dia risposte al Paese, ai cittadini e ai
lavoratori".

Tra le priorità la questione "esodati" e - ha aggiunto
Centrella, al termine delle consultazioni - la "riforma del
lavoro", quella targata Elsa Fornero, ministro del governo
Monti, che "ha reso più difficile assumere e più facile
licenziare".

Dopo aver ricevuto i sindacati, Bersani prosegue il giro di
consultazioni con le parti sociali, con la delegazione di
Rete Imprese Italia. (Public Policy).

FEG

© Riproduzione riservata