Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

PARTITI, CASTELLI (LEGA): "ANALOGIE TRA IL GRILLO DI OGGI E IL BOSSI DI IERI"

08 marzo 2013

(Public Policy) - Roma, 8 mar - "Analogie tra il passato
della Lega e il presente del Movimento 5 stelle? Tantissime.
Per molti versi l'Umberto Bossi di allora assomigliava al
Beppe Grillo di adesso".

Lo ha detto, in un'intervista al Messaggero, Roberto
Castelli, leghista, ex ministro della Giustizia, non
candidato alle ultime elezioni, ma presente nel 1992, quando
i primi leghisti entrarono in Parlamento.

"I grillini sono spaesati come lo eravamo noi ventuno anni
fa", ha detto. "Anche nelle nostre fila c'era chi non sapeva
quanto dura il mandato del capo dello Stato o quanti sono i
senatori".

"Anche Bossi - continua - nel 1992 ci propose di prendere
casa tutti insieme in un residence. Poi la casa saltò, ma
c'era lo stesso spirito, la stessa voglia di cambiare le
cose, sentirsi protagonisti di una rivoluzione".

Come Grillo oggi, anche "al nostro capo piaceva alcune
volte evocare la rivolta di piazza. Era un modo per
accentuare l'aspetto rivoluzionario del movimento, e il
riferimento alla violenza era più che altro il riferimento
alla forza che il popolo rappresentava".

Però una differenza fondamentale tra i due leader c'è:
"Bossi - conclude - aveva un preciso progetto politico,
cambiare le cose attraverso il federalismo. Il progetto di
Grillo è ancora fumoso, è allo stato dell'utopia. Vedremo se
i grillini diventeranno protagonisti come Bossi o
scompariranno presto". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata