Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

PD, BOCCIA: ZANDA E SPERANZA A CONSULTAZIONI. VENDOLA RESTI, NON FACCIA ERRORE

22 aprile 2013

(Public Policy) - Roma, 22 apr - "Domani ci sarà una
direzione che deciderà sui poteri della segreteria: al
momento in assenza di una decisione, segretario e vice sono
a tutti gli effetti i rappresentanti del Partito
democratico". Lo ha detto Francesco Boccia del Pd a Omnibus
su La7.

"Un partito non si rappresenta mica così, sui giornali
perché qualcuno si sveglia e fa un'intervista - commenta
Boccia - Quanto alle prossime consultazioni al Colle dove
andranno i capigruppo Zanda e Speranza, devono essere
affrontate con la massima unità: abbiamo chiesto a
Napolitano di fare una cosa straordinaria e ci rimettiamo
nelle mani del capo dello Stato".

"Poi verrà la discussione interna - assicura - anticipando
i tempi del Congresso che mi auguro venga fatto subito, un
minuto dopo aver varato il Governo".

"Penso che Rosy Bindi abbia sbagliato ad avere dato giudizi
frettolosi su Enrico Letta - aggiunge Boccia - come avrebbe
sbagliato chiunque a dare giudizi su un qualsiasi compagno
di partito".

"Ci siamo messi nelle mani di Napolitano ed è opportuno che
completiamo questo atto di responsabilità rispondendo
semplicemente sì alla proposta che Napolitano farà in
Parlamento. Per quanto mi riguarda l'errore di indicare
tecnici di area l'abbiamo già fatto".

"Mi auguro che Vendola - aggiunge Boccia - resti ancorato a
Italia Bene Comune e gli chiedo di non fare un errore che ha
già fatto tante volte negli ultimi vent'anni. Ogni volta che
un pezzo della sinistra ha avuto di fronte scelte coraggiose
la tentazione di pensare a breve termine è sempre stata
molto alta e la storia della sinistra italiana è fatta da
scissioni quasi sempre con gli stessi protagonisti, ma non
avrebbe alcun senso".

E conclude: "Non ho giustificato ma ho compreso la scelta
di Vendola di votare Rodotà, ma mi auguro resti ancorato a
Italia Bene Comune ed entri dentro il perimetro di coloro
che parteciperanno alle riforme costituzionali". (Public
Policy)

VIC

© Riproduzione riservata