Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

PD, CHIAMPARINO: NON HO PENSATO A MIA CANDIDATURA, DOVREI CREDERE A PROGETTO

PD, CHIAMPARINO: NON HO PENSATO A MIA CANDIDATURA, DOVREI CREDERE A PROGETTO 15 maggio 2013

PD, CHIAMPARINO: NON HO PENSATO A MIA CANDIDATURA, DOVREI CREDERE A PROGETTO

(Public Policy) - Roma, 15 mag - Sergio Chiamparino, ex
sindaco di Torino, oggi presidente della Compagnia di San
Paolo, in un'intervista all'Unità prova a ridimensionare le
notizie su una sua 'discesa in campo' tra i candidati alla
segreteria al prossimo congresso del Pd, dato per l'autunno.

Alla giornalista, che gli chiede se le voci sono
attendibili, Chiamparino risponde: "Adesso le spiego come è
andata: stavo presentando un libro nella sede dell'Ufficio
Pio San Paolo quando un suo collega mi ha chiesto se sarei
disposto a candidarmi. Io ho risposto che in questo momento
non mi candido a nulla, da un anno sto facendo un lavoro
interessante, che mi coinvolge appieno e che spero di fare
bene. Ma certo, la passione per la politica quella è ancora
lì, intatta".

Chiamparino dichiara poi di non aver pensato alla
possibilità di candidarsi alla guida del partito. "Dovrei
credere davvero al progetto politico, alla possibilità di
realizzarlo", risponde a l'Unità.

E poi: "Posso garantirle che tutte queste persone che fanno
il mio nome io non le ho sentite. Ho letto i titoli su
alcuni giornali, ma in questo momento sono felicemente
isolato. Non ho dubbi che ci siano persone che pensano a me
per il futuro del partito, se me lo dice lei deve essere
così, ma finora non ne ho parlato con nessuno". (Public
Policy)

RED

© Riproduzione riservata