Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Nel ddl Penale (non) si torna a parlare di Opg

opg 14 marzo 2017

di Sonia Ricci

ROMA (Public Policy) - Diversamente da quanto ipotizzato in precedenza, l'emendamento di maggioranza al ddl Penale (su cui il Governo ha posto la questione di fiducia) sugli Ospedali psichiatrici giudiziari è stato respinto.

I relatori in commissione Giustizia al Senato, Giuseppe Cucca (Pd) e Felice Casson (Mdp), e il Governo hanno dichiarato infatti l'emendamento a firma Narina Dirindin (Mdp) inproponibile.

La proposta era contenuta in un subemendamento all'emendamento del Governo sul taglio dei costi delle intercettazioni.

COSA PREVEDEVA

Modifica della norma sul superamento degli Ospedali psichiatrici giudiziari. Era l'obiettivo del subemendamento presentato in commissione Giustizia.

Il nuovo testo, se approvato, avrebbe dato maggior spazio alle articolazioni sanitarie in carcere. Stando alla proposta, infatti, il Governo era delegato ad assicurare "l’effettiva idoneità delle sezioni degli istituti penitenziari" a cui verranno destinate le persone con problemi psichiatrici per i quali l'infermità è avvenuta durante l’esecuzione della pena.

E ancora: "Al fine di scongiurare il ricovero nelle Rems di soggetti" con condanna definitiva e "per i quali la misura di sicurezza sia l’unica adeguata a far fronte alla pericolosità sociale e al bisogno di cure dell’autore del reato", sia riformulato l’articolo 286 del codice di procedura penale, "così da poter disporre anche l’accertamento delle condizioni psichiche degli imputati in sede di ricovero provvisorio in idonea struttura del servizio psichiatrico ospedaliero".

Il Governo avrebbe dovuto inoltre stabilire apposite "limitazioni" per gli impegni di spesa annualmente volti all’istituzione di nuove Rems, "anche mediante l’individuazione di un livello essenziale di assistenza da garantire mediante un’allocazione minima delle risorse in favore delle apposite sezioni degli istituti penitenziari in cui sia garantita la tutela della salute mentale degli infermi di mente autori di reato". (Public Policy)

@ricci_sonia

© Riproduzione riservata