Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

PENSIONI, GIOVANNINI: SE L'ECONOMIA NON CRESCE NON CE N'È PER NESSUNO

pa 08 ottobre 2013

PENSIONI, GIOVANNINI: SE L'ECONOMIA NON CRESCE NON CE N'È PER NESSUNO

(Public Policy) - Roma, 8 ott - "Le proposte sulle pensioni depositate in Parlamento, hanno un costo troppo elevato, per il momento. Se l'economia non cresce, in un sistema contributivo, non c'è sistema pensionistico che possa reggere. Possiamo giocare con la flessibilità o le soglie, ma non ce n'è per nessuno".

Lo dice durante un'audizione in commissione Lavoro alla Camera il ministro del Lavoro Enrico Giovannini. "In questa fase di fragilità del nostro debito pubblico, credo che si debbano orientare gli interventi, compatibilmente con la coerenza finanziaria, per il cuneo fiscale, lo stimolo agli investimenti, l'occupazione, per superare quel meccanismo anche psicologico per cui l'incertezza blocca le scelte", continua il ministro.

"Parlare di risparmi della legge 214/2011 ('Salva Italia'; Ndr) richiede un'attenzione particolare - dice Giovannini - perchè contiene una quantità notevole di interventi: dal campo pensionistico, al contributo di solidarietà, dall'aumento contributivo per gli artigiani, alla deindicizzazione per il biennio: dunque dipende a cosa facciamo riferimento". "Da qui al 2021 - aggiunge - i risparmi complessivi del solo intervento sulle età pensionistiche riguardava 93 miliardi di euro, a fronte dei 10 miliardi di euro che hanno poi riguardato i salvaguardati. L'intervento sugli esodati ha quindi ridotto i risparmi ma non li ha azzerati. Detto questo il problema è più ampio; al di là degli esodati, l'età del pensionamento deve essere flessibile di più o va bene così come siamo messi? È una questione che non riguarda gli esodati ma il futuro".

"La domanda è: vogliamo provare a trovare una soluzione finanziariamente compatibile con la situazione complessiva del Paese che però consenta a chi è a ridosso dell'età pensionistica di avere un margine di anticipazione con flessibilizzazione? La risposta che do è positiva, compatibilmente con gli aspetti di natura finanziaria". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata