Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

PENSIONI, ISTAT: IL 53,4% DELLE DONNE RICEVE MENO DI MILLE EURO AL MESE

17 aprile 2013

NEL 2011 SPESA DI CIRCA 266 MILIARDI PER 16,7 MILIONI DI PENSIONATI

(Public Policy) - Roma, 17 apr - Nel 2011, il sistema
pensionistico ha erogato 23,7 milioni di prestazioni
pensionistiche, per un ammontare complessivo pari a 265.963
milioni di euro; il valore corrisponde al 16,8% del Prodotto
interno lordo e a un importo medio per prestazione pari a
11.229 euro.

Rispetto al 2010, la spesa complessiva per pensioni è
aumentata del 2,9% e la quota sul Pil è cresciuta di 0,2
punti percentuali.

Sono dati contenuti nella rilevazione annuale sui
trattamenti pensionistici e sui loro beneficiari condotte
dall'Istat e dall'Istituto nazionale della previdenza
sociale, a partire dai dati dell'archivio amministrativo -
Casellario centrale dei pensionati - nel quale sono raccolte
le informazioni sulle prestazioni pensionistiche erogate da
tutti gli enti previdenziali italiani, pubblici e privati.

Le prestazioni pensionistiche, spiega l'Istituto nazionale
di statistica, sono classificate in sette gruppi: vecchiaia,
invalidità, superstiti, indennitarie, invalidità civile,
sociali e guerra. Poiché una singola persona può beneficiare
di più pensioni appartenenti anche a tipologie diverse, la
somma rispetto alle diverse tipologie può essere ottenuta
solo con riferimento al numero di prestazioni.

Le pensioni di vecchiaia assorbono il 71,6% della spesa
pensionistica totale, quelle ai superstiti il 14,7%, quelle
di invalidità il 4,2%; le pensioni assistenziali pesano per
il 7,9% e le indennitarie per l'1,7%.

Il 47,9% delle pensioni è erogato al Nord, il 20,5% al
Centro e il restante 31,6% nel Mezzogiorno.
L'importo medio annuo delle pensioni è pari a 11.229 euro,
352 euro in più rispetto al 2010 (+3,2%).

I pensionati sono 16,7 milioni, circa 38 mila in meno
rispetto al 2010; in media ognuno di essi percepisce (tenuto
conto che, in alcuni casi, uno stesso pensionato può contare
anche su più di una pensione) 15.957 euro all'anno, 486 euro
in più del 2010.

Il 13,3% dei pensionati riceve meno di 500 euro al mese; il
30,8% tra i 500 e i 1.000 euro, il 23,1% tra i 1.000 e i
1.500 euro e il restante 32,8% percepisce un importo
superiore ai 1.500 euro.

Il 67,4% dei pensionati è titolare di una sola pensione,
il 24,8% ne percepisce due e il 6,5% tre; il restante 1,4% è
titolare di quattro o più pensioni.

Le donne rappresentano il 52,9% dei pensionati e
percepiscono assegni di importo medio pari a 13.228 euro
(contro i 19.022 euro degli uomini); oltre la metà delle
donne (53,4%) riceve meno di mille euro al mese, a fronte di
circa un terzo (33,6%) degli uomini.

Il 27,8% dei pensionati ha meno di 65 anni, il 49,2% ha
un'età compresa tra 65 e 79 anni, il 23% ne ha più di
80.(Public Policy)

SPE

© Riproduzione riservata