Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Per l'Agcm le indicazioni Mise su Bolkestein non vanno bene

mercato 28 dicembre 2016

ROMA (Public Policy) - Una durata minima di 9 anni (7 nel caso di mercati turistici) della concessione di aree pubbliche per il commercio "può risultare sproporzionata e non rispettosa" dei principi di libera concorrenza.


È quanto si legge in un parere dell'Agcm in merito ai problemi di natura concorrenziale che caratterizzano il settore dell'assegnazione delle concessioni di posteggio per il commercio su aree pubbliche, in attuazione della direttiva Bolkestein.


Il Mise, ricorda l'Autorità, ha indicato la durata di un ulteriore periodo transitorio in cui si fissa una durata delle concessioni esistenti in 9-12 anni.


Inoltre, in merito ai criteri di assegnazione dei posteggi, "va ribadito che quelli che danno peso decisivo a requisiti di anzianità o di esperienza pregressa in un determinato settore sono comunque idonei a pregiudicare il corretto dispiegarsi di dinamiche di mercato, in quanto possono favorire gli operatori esistenti, a scapito di nuovi concorrenti. Pertanto, secondo il consolidato orientamento dell'Autorità, tali criteri dovrebbero essere considerati soltanto in maniera residuale", si legge ancora nel parere.


continua -in abbonamento


FRA

© Riproduzione riservata