Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

POLITICHE 2013, FERRANTE E DELLA SETA: DECIMATA LA PATTUGLIA ECOLOGISTA

09 gennaio 2013

(Public Policy) - Roma, 9 gen - "Di mollare non abbiamo la
minima intenzione: per vent'anni ci siamo battuti per
l'ambiente fuori dal Parlamento, continueremo a fare i
rompiscatole dove e come possibile". Roberto Della Seta,
capogruppo Pd in commissione Territorio e Ambiente al Senato
e il suo collega Francesco Ferrante anch'egli senatore
Ecodem (ecologisti democratici), reagiscono alla decisione
del partito di non ricandidarli alle prossime elezioni.

"Per usare un'espressione che in questi giorni va di moda
il Pd prova a 'silenziarci', escludendoci dalle liste per le
politiche e riducendo ai minimi termini la presenza
ecologista tra i futuri parlamentari". "Silenziare" è stato
il termine usato da Monti rivolto all'ala sinistra del Pd.

Ferrante e Della Seta ricordano il collega e amico di area
ambientalista Ermete Realacci che invece ce l'ha fatta ad
essere inserito nel "listino" del segretario Bersani, come
uno dei pochi sopravvissuti alla "decimazione della
pattuglia di ecologisti". Insieme a Realacci, renziano,
passa anche Laura Puppato, bersaniana e candidata alle
primarie del centrosinistra, ricordano i due senatori.

Inoltre, lanciano accuse su altre candidature: "È desolante
che mentre si candida un campione della lotta alla mafia
come il procuratore Grasso, al tempo stesso si continui a
dare spazio a figure come Crisafulli". Vladmiro Crisafulli è
candidato alla Camera in Sicilia nella circoscrizione 2 ed è
stato coinvolto in passato in vicende giudiziarie poi
archiviate. Un altro nome citato dai due senatori è Ludovico
Vico, già deputato in questa legislatura e ricandidato in
Puglia, dopo la vittoria alle primarie. È stato intercettato
nelle vicende giudiziarie sull'Ilva di Taranto. Anche Felice
Casson, senatore Pd ed ex Pm a Venezia che correrà
nuovamente per il Senato, ha chiesto nei giorni scorsi di
non ricandidare Vico. (Public Policy)

RED

© Riproduzione riservata