Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

POLITICHE 2013, LA PROPOSTA "SHOCK" DI BERLUSCONI: CONTRATTO BIS CON ITALIANI

25 gennaio 2013

(Public Policy) - Roma, 25 gen - Silvio Berlusconi versione
1994: il Cavaliere, nella convention del Pdl al teatro
Capranica di Roma, annuncia che presenterà un "nuovo
contratto con gli italiani", come fu appunto nel 1994
all'epoca della discesa in campo. "Sarà una proposta shock", dice.

E poi non si fa mancare un lungo show, durante la
convention convocata per presentare i candidati alle
elezioni politiche del 24 e 25 febbraio.
"Abbiamo tutte le carte per vincere", afferma il Cavaliere,
con al fianco Angelino Alfano.

PROPOSTA SHOCK, NUOVO CONTRATTO CON ITALIANI
Già stamattina Berlusconi a Radio Città Futura aveva
parlato di "una proposta shock", una "proposta molto
pensata, fondata". Poi durante la convention ha detto:
"Presenteremo il nuovo contratto in cui metteremo gli
impegni in modo ancora più preciso". Quindi il Cavaliere
spiega: "Diremo cosa faremo nel primo Cdm e negli altri".

CON IL PD COMUNISTI AL POTERE
Berlusconi torna ad attaccare la sinistra e ad agitare lo
'spettro' del comunismo. "Abbiamo il fondatissimo
timore - dice - dell'andata al governo di questa sinistra
con radici saldamente piantate nell'ideologia comunista, che
è la ideologia più disumana della storia".

REDDITOMETRO DA STATO POLIZIA
"Il redditometro? È uno strumento inaccettabile, da Stato
di polizia tributaria", dice Berlusconi. "Il redditometro -
dice - esiste da 30 anni, noi abbiamo avuto delle
perplessità e non l'abbiamo messo in funzione.

Ci ha pensato Monti quando è arrivato con un decreto trasformandolo però
in uno strumento che non accerta le spese reali ma si basa
su parametri tipo l'Istat. È tutto presunto, se vuoi
impugnare l'accertamento devi andare al processo e alla fine
ti costano più gli avvocati che la tassa. Tutto questo è da
Stato di polizia tributaria".

PORTERÒ LIMITE CONTANTE A 5MILA EURO
Berlusconi quindi attacca il limite di contante a mille
euro imposto dal Governo Monti e promette: "Porterò il
limite dell'uso del contante a 5mila euro. In altri Paesi
del mondo non esistono limiti così stringenti per l'uso del
contante".

IMU, AL PRIMO CDM LO TOGLIEREMO
Silvio Berlusconi continua con le promesse: "Al primo Cdm
aboliremo l'Imu sulla prima casa", dice. E poi continua con
lo stesso discorso: "L'Imu ha ridotto le compravendite di
appartamenti", "le tredicesime e il potere d'acquisto delle
famiglie". Invece, sostiene, "la prima casa è sacra e non si
tocca. Le famiglie su questa devono costruire il proprio
futuro".

AI GIUDICI PIACE TOGLIERE LIBERTÀ ALLE PERSONE
"Abbiamo una classe di pm a cui fa piacere togliere la
libertà alle persone - attacca Berlusconi - Poi succede che
dopo una permanenza in carcere dove ti tolgono la salute, e
sono sempre di più gli omicidi, arriva un processo e ti
trovano innocente. Il 50% degli indagati esce innocente dai
processi".

AGLI ESCLUSI IL MIO AMORE MA AVREMMO PERSO VOTI
"Siamo garantisti e lo saremo sempre ma abbiamo dovuto fare
una cosa che pensavamo di non fare mai: chiedere a nostri
amici di farsi da parte perché era iniziata una pressione
mediatica tale che" se l'avessimo candidati "avrebbero detto
che siamo collusi con la mafia". A loro, dice Berlusconi,
"il mio ringraziamento e il mio amore per sempre".

Berlusconi sostiene che secondo dei sondaggio, con gli
"impresentabili" in lista "avremmo potuto perdere tra 1,5
milioni e 2 milioni" soprattutto, sostiene, "tra coloro nel
2008 avevano votato per noi e poi si sono spostati nell'area
dell'astensione quando siamo stati costretti ad appoggiare
il Governo Monti, che poi ha avuto una deriva di sinistra,
basta vedere la riforma Fornero".

RENDICONTO TRAGICO DEL GOVERNO MONTI
"Il rendiconto finale di questo Governo - dice Berlusconi -
è tragico. Sono calati i consumi, la produzione e c'è stato
il crollo di settori importanti". (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata