Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

POLITICHE 2013: PD CANDIDA EX DG CONFINDUSTRIA GIAMPAOLO GALLI

07 gennaio 2013

(Public Policy) - Roma, 7 gen - Il Pd alle prossime elezioni
politiche candida, in Lombardia, Giampaolo Galli, ex
direttore generale di Confindustria, in carica fino a luglio
2012. La notizia è dapprima apparsa sulla pagina Twitter di
YoudemTv e poi è stata annunciata anche sul sito del Pd.

"Ho accettato con convinzione la proposta di candidatura di
Pier Luigi Bersani - dice Galli - perché il Pd ha dimostrato
serietà, pragmatismo e una grande attenzione per i problemi
reali dell'economia e per le prospettive dell'industria
manifatturiera che per me è, e deve rimanere in futuro, il
pilastro dell'economia italiana e delle nostre
esportazioni".

"Aggiungo - continua - che ho molto apprezzato il sostegno
leale che il Pd ha dato al governo Monti in un momento di
assoluta emergenza nazionale, confermando ancora una volta
che questo è un partito solidamente ancorato all'Europa e
che sa mettere i problemi del Paese davanti agli interessi
di parte".

IL CURRICULUM
Nato a Milano il 3 marzo del 1951, Galli è stato dg di
Confindustria fino al luglio scorso ed è docente di Economia
e Finanza delle assicurazioni alla Luiss di Roma, nonché
consigliere del Cnel (Consiglio nazionale dell'economia e
del lavoro).

Laureato in Economia nel 1975 con lode alla Bocconi di
Milano, ha conseguito il dottorato di ricerca in Economia
nel 1980 al Mit di Cambridge dove ha svolto attività di
ricerca con Franco Modigliani e Robert Solow sulla teoria
del rischio e i sistemi finanziari. Nel 1979 ha svolto
attività di ricerca al Fondo monetario internazionale (Fmi).

Fra il 1980 e il 1992 quindi si è occupato, al Servizio
Studi della Banca d'Italia, di mercato monetario, di
ricerche econometriche e di previsioni economiche. Dal 1992
al 1995, come responsabile della Direzione internazionale
del Servizio studi della Banca d'Italia, si è occupato di
relazioni monetarie internazionali, all'interno dello Sme e
con le altre principali aree, e ha rappresentato l'Italia in
organismi internazionali, tra cui: Comitato monetario
dell'Unione europea, Comitato di Politica economica
dell'Ocse, Comitato dei Sostituti del G10.

Dal marzo 1995 al febbraio 2003 è stato dunque Capo
economista di Confindustria. Dal marzo 2003 al gennaio 2009
direttore fenerale dell'Ania (Associazione nazionale fra le
imprese assicuratrici). Fra il 1995 e il 2003 è stato:

membro del National institute of economic research (Londra);
consulente della Commissione Affari monetari e finanziari
del Parlamento europeo sulle questioni della politica
monetaria europea; membro del Emu Monitor di Francoforte;
membro del gruppo di consulenti economici del presidente
della Commissione europea.

E' stato docente incaricato di Econometria, di Politica
monetaria e di Politica economica alla Bocconi di Milano,
alla Sapienza di Roma e all'Università Luiss-Guido Carli.
(Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata