Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Previdenza, aumentano donne iscritte a casse private. Oggi sono il 34%

Previdenza, aumentano donne iscritte a casse private. Oggi sono il 34% 16 dicembre 2013

ROMA - (Public Policy)  - Nel 2007 le donne iscritte alle casse di previdenza private erano il 29,2% contro il 70,8% degli uomini; nel 2013 la forbice è diminuita e le donne sono passate al 34% contro il 66% degli uomini sul totale degli iscritti alle casse dell'Associazione degli enti previdenziali privati (Adepp). È quanto emerge dal terzo rapporto dell'Adepp (Associazione degli enti previdenziali privati) sulla previdenza privata presentato questa mattina a Roma nell'aula dei gruppo parlamentari della Camera.

Il rapporto sottolinea anche come emerga "una forte crescita del numero dei soggetti con età pari o superiore ai 40 anni. L'esercizio della professione - prosegue il dossier - è diventata una delle risposte alla crisi ormai anche da parte dei lavoratori meno giovani espulsi dal mondo del lavoro dipendente". Nel dettaglio nel 2007 gli over 40 erano il 63,5% contro il 67,3% attuali. Il centro studi dell'Adepp ha analizzato anche il reddito medio per età, evidenziando una forte disugaglianza di trattamento economico tra generazioni, il cosiddetto Age pay gap.

Il reddito degli over 40, nel periodo 2007-2013 è diminuito di oltre l'11% contro una diminuzione di circa il 6% degli under 40. Dunque la Age pay gap sarebbe scesa al 54,84% di oggi, contro il 57,58% del 2007. Interessante anche il cosiddetto Gender pay gap, la differenza di trattamento economico tra uomini e donne. Dal 2007 al 2013 la diminuzione di reddito ha colpito di più gli uomini (-7%) rispetto alle donne (-6%), facendo abbassare il Gender pag gap al 29,06% nel 2013 (contro il 29,85% del 2007). (Public Policy)

NAF

© Riproduzione riservata