Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Prima regola: non giudicare. Come sarà la relazione sulle banche

mps siena 17 gennaio 2018

ROMA (Public Policy) - Sarà una relazione senza giudizi di merito sulle crisi bancarie degli ultimi anni (dalle quattro banche in liquidazione a MpS, passando dalle banche venete) ma con solo ipotesi di riforma (come ad esempio imponendo lo stop alle porte girevoli), quella che verrà votata dalla commissione d’inchiesta sulle banche presumibilmente nella mattina del 26 gennaio.

Questo secondo quanto si apprende quanto stabilito dall’ultimo ufficio di presidenza della commissione d’inchiesta sulle banche. Come detto, un testo della relazione non è ancora stato stilato, ma durante l'udp si è parlato di metodo.

L’ufficio di presidenza ha deciso all’unanimità, dunque, di dare mandato al presidente Pier Ferdinando Casini di preparare una bozza di relazione in base anche alle proposte di riforma che i gruppi dovranno far pervenire entro lunedí alle 13.

Si parlerà di riforma dei rapporti tra Consob e Bankitalia, di stop alle cosiddette porte girevoli, alla riforma dei meccanismi di vigilanza.

Entro la mattina del 26 gennaio, quindi, durante un nuovo ufficio di presidenza Casini presenterà la relazione che punta a essere il più condivisa possibile, mettendo insieme tutte le proposte di riforma, da consegnare al prossimo Parlamento.

continua - in abbonamento

VIC

© Riproduzione riservata