Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

PRIMARIE, FRANCESCHINI (PD): ORA DOBBIAMO ALLARGARE LA COALIZIONE

03 dicembre 2012

(Public Policy) - Roma, 3 dic - "Parliamo prima della
coalizione di centrosinistra. Le primarie sono state un
processo di maturazione: ora si tratta di capire se ci sono
condizioni di allargamento. Bisogna lavorare per capire come
il nostro campo di consensi si possa estendersi a settori
moderati che sono contrapposti a Berlusconi".

Lo ha detto il capogruppo del Partito democratico alla
Camera, Dario Franceschini, in un'intervista al Messaggero.
Sulla futura coalizione di centro sinistra "la questione -
ha aggiunto - riguarda solamente la volontà delle persone.

Non è affatto detto che si debba ora far partire un processo
di divisione interna. Sono certo che Bersani terrà le porte
aperte ad una collaborazione con Renzi e spero che il
sindaco di Firenze mantenga le promesse che ha fatto in
campagna elettorale".

Il fatto che Bersani abbia scelto le primarie "è stata una
prova di buona politica. Negli italiani c'è delusione e
sfiducia e le risposte finora sono state di due tipo: la
prima anti-sistema tipo astensione o Grillo; la seconda di
rinuncia alla politica e affidarsi ai tecnici".

"Le primarie - ha aggiunto - sono state la riprova che
esiste un altro tipo di risposta. Mi auguro che lo capiscano
anche nel Pdl". Sulla futura coalizione di centrosinistra,
Franceschini ha detto: "Da due anni noi diciamo: alleanza
tra progressisti e moderati. Perché pensiamo che per avere
una maggioranza numerica in Parlamento e un consenso più
forte nel Paese, il nostro campo deve essere capace di
coinvolgere forze diverse".

Su una possibile alleanza con Casini, "non lo so - ha detto
- mi pare abbia scelto un'altra strada". Ma non c'è solo
Casini per il capogruppo Pd: "Osservo con molta attenzione
quel che accade dalle parti di persone come il ministro
Riccardi. Mi sembrano persone che possono tranquillamente
stare in un alleanza di centrosinistra". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata