Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

PRIMARIE, VENDOLA: NESSUN APPOGGIO A RENZI, A BERSANI CHIEDO RISPOSTE CONCRETE

26 novembre 2012

(Public Policy) - Roma, 26 nov - "Cerco di impegnarmi perché
Renzi non vinca. Renzi è un innovatore da una parte, ma
nella sostanza riproduce gli slogan conservatori della
società liberista. Quello che serve è un nuovo modello di
sviluppo". Lo afferma il leader di Sel, Nichi Vendola,
durante la conferenza stampa a Roma nella sede del partito.

L'appoggio del presidente della Regione Puglia a Bersani
non è scontato. Nessun endorsement a priori: "Il fatto che
non lo faccia per Renzi - dice il leader di Sel - non
comporta automaticamente che io appoggi Pier Luigi Bersani.
Rigetto con sdegno le calunnie da bar dello sport che
lasciano immaginare un accordo, un negoziato segreto tra me
e Bersani".

L'appoggio del leader di Sel a Bersani al ballottaggio non
è scontato. Nichi Vendola manda una "lettera senza
inchiostro" al segretario Pd e gli chiede di far "sentire
profumo di sinistra". Per convincere gli elettori che ieri
hanno votato per lui, Vendola chiede a Bersani risposte
chiare: "Deve essere data voce al mondo del lavoro che sta
crepando e ai giovani che sono intrappolati nella gabbia
della precarietà, risposte sui diritti civili e di
cittadinanza".

"Non ho l'abitudine di mettere il carro davanti ai buoi -
ha aggiunto Vendola - la carta d'intenti l'abbiamo
sottoscritta tutti, tra le cose da non fare c'è la
reiterazione dell'agenda Monti. Io manterrò fede agli
impegni che ho sottoscritto, qualora quel documento diventi
carta straccia, liberi tutti". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata