Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

La proposta sulla diffamazione è dimagrita parecchio

diffamazione 17 maggio 2017

ROMA (Public Policy) - Stralciati dalla proposta di legge sulla diffamazione gli articoli 1, 2 e 6 su: stop al carcere per i giornalisti in caso di diffamazione e revisione delle pene; revisione della disciplina sulla responsabilità del direttore e del vicedirettore; norma cosiddetta salvagiornalisti de L'Unità; estensione della legge sulla stampa alle testate giornalistiche online registrate presso le cancellerie dei tribunali; revisione della disciplina sulla rettifica e sul risarcimento del danno.

La commissione Giustizia del Senato ha infatti approvato gli emendamenti soppressivi presentati dalla relatrice Rosanna Filippin (Pd). L'emendamento soppressivo presentato all'articolo 4 non è stato potuto votare a causa della cosiddetta doppia lettura conforme.

Infatti quell'articolo, già approvato in seconda lettura dal Senato non è stato modificato dalla Camera e dunque, in questo questo passaggio parlamentare non è stato potuto essere soppresso.

continua -in abbonamento

NAF

© Riproduzione riservata