Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Forza Italia vuole difendere "il sano divertimento"

brunetta 04 novembre 2014

ROMA (Public Policy) - 'Tolleranza zero' contro chi "contamina il sano divertimento". Come? Stabilendo il divieto di accesso alle discoteche e ai locali da ballo nei confronti dei soggetti che all'interno o nelle zone di pertinenza delle stesse "consumano o detengono sostanze stupefacenti o psicotrope o vengono colti in flagranza di vendita o cessione di sostanze stupefacenti o psicotrope". E sarà "il questore, previo accertamento da parte della polizia giudiziaria delle condotte illecite", a "comminare il divieto di accesso.

É questo l'obiettivo di una proposta di legge alla Camera, a prima firma congiunta Sisto-Brunetta (Forza Italia), che sarà presto assegnata all'esame della commissione competente a Palazzo Montecitorio per iniziare il proprio iter parlamentare. L'obiettivo - dicono i proponenti - è quello di "garantire ai giovani un divertimento sano, lontano da sostanze stupefacenti o psicotrope e quindi evitare tutte le conseguenze che l'assunzione di tali sostanze comporta, sia sul piano fisico che comportamentale". Nel progetto di legge "diviene irrilevante il concetto di modica quantità e della detenzione per uso esclusivamente personale".

Per la proposta, inoltre, "i proprietari di discoteche e di locali da ballo nominano un responsabile della sicurezza", che collabora con la polizia e svolge attività di "prevenzione e controllo" quale "incaricato di pubblico servizio". E le regioni possono "promuovere corsi di qualificazione e di aggiornamento destinati ai responsabili della sicurezza". Infine la pdl prevede anche che "nei locali da ballo possano essere installate telecamere a circuito chiuso" ma qualora le registrazioni non siano utili alle indagini "dovranno essere distrutte entro 30 giorni". (Public Policy)

IAC

© Riproduzione riservata