Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Province, Pizzetti: ddl Delrio doveva essere approvato per piccoli Comuni

delrio 04 aprile 2014

ROMA (Public Policy) - Il ddl Delrio sul superamento delle Province doveva essere approvato con urgenza "per i Comuni sotto i 10mila abitanti che il 25 maggio andranno al voto, visto che il testo modifica il numero di consiglieri di quei Comuni, quello della giunta e dà la possibilità ai sindaci di ripresentarsi per un terzo mandato". A dirlo a Public Policy è stato il sottosegretario alle Riforme Luciano Pizzetti. Più di una volta aveva ribadito che - in ogni caso - le elezioni dei consigli provinciali non si sarebbero svolte in primavera dopo l'introduzione di due appositi commi nella legge di Stabilità. Dunque se il ddl Delrio non fosse stato approvato in tempo per la convocazione dei comizi elettorali i piccoli Comuni sarebbero andati al voto con le vecchie norme sul numero dei consiglieri e degli assessori nelle giunte.

Nello specifico il ddl Delrio stabilisce che per i Comuni con popolazione fino a 3mila abitanti il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da dieci consiglieri e il numero massimo degli assessori è stabilito in due; per i Comuni con popolazione superiore a 3mila e fino a 10mila abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da dodici consiglieri e il numero massimo di assessori è stabilito in quattro. Nelle giunte dei Comuni con popolazione superiore a 3mila abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento aritmetico. Infine si stabilisce che ai sindaci dei Comuni con popolazione fino a 3mila è consentito un numero massimo di tre mandati.

Sulla questione sollevata dal Movimento 5 stelle in merito all'invalidità delle firme raccolte per i piccoli Comuni, proprio a seguito della variazione del numero di consiglieri, Pizzetti ha ribattuto che "il numero di firme da raccogliere per quei Comuni è di 120 e se non si è in grado di raccogliere di nuovo 120 firme allora c'è un problema di rappresentanza della comunità".(Public Policy)

NAF

© Riproduzione riservata