Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il punto sui gate nelle stazioni italiane: servono a qualcosa?

roma termini 18 gennaio 2017

ROMA (Public Policy) - "Il progetto Gate riguarda la security ed è volto a tutelare le aree di stazione più prossime ai treni: lo avete già conosciuto a Roma Termini e a Milano centrale, in maniera meno strutturata a Firenze, ma nell'arco di piano vede l'estensione a 620 stazioni della rete e comporta, proprio perché i gate devono diventare 'intelligenti', dei tornelli 2.0 (nel futuro si dovrà poter accedere senza mostrare il biglietto a una persona fisica), ma se non sono accompagnati di pari passo da un'intensa attività di protezione sia da parte del personale aziendale che della polizia potrebbero diventare superabili".

Lo ha detto Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi (Rete ferroviaria italiana), durante un'audizione in commissione Lavori pubblici al Senato.

"In Rfi abbiamo una sala situazioni di sicurezza centralizzata, abbiamo 12 postazioni presso tutti i compartimenti e 13 control room con la Polfer. Sono control room a tutti gli effetti, ci sono moltissimi circuiti chiusi di televisioni nelle stazioni, ci sono tanti occhi che vigilano, ma nonostante questo abbiamo avuto grossi problemi nelle stazioni più grandi per l'assalto di persone poco gradite, che magari approfittano della confusione per portare a segno disegni criminosi".

Gentile ha proseguito: "I dati dimostrano che, dopo l'installazione dei gate, c'è stato un abbassamento del numero di furti e rapine: a Roma Termini c'è stata una riduzione del 35% dei furti, passati da 403 a 267, a Milano addirittura del 66%, da 849 a 286, a Firenze siamo passati da 56 a 46; i reati residui avvengono prevalentemente fuori dai varchi e non dentro. C'è stato quindi l'abbattimento dei cd 'micropredatori', i vari borseggiatori, mendicanti, portabagagli abusivi che erano nelle stazioni".

"Il livello di soddisfazione e di percezione della sicurezza da parte degli utenti, nelle stazioni che abbiamo protetto, si è alzato moltissimo" ha concluso l'ad Rfi. (Public Policy) MAS

© Riproduzione riservata