Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Puntuale, l'interrogazione sul Cocoricò (firmata Forza Italia)

cororico discoteca 06 agosto 2015

ROMA (Public Policy) - I deputati di Forza Italia Renato Brunetta (capogruppo a Montecitorio), Francesco Paolo Sisto, Massimo Palmizio e Daniela Santanchè hanno presentato un'interrogazione al ministro dell'Interno, Angelino Alfano, per sapere se "fosse a conoscenza della decisione adottata dal Questore di Rimini, Maurizio Improta, in merito alla chiusura per 120 giorni, del locale Cocoricò di Riccione, ovvero per quali ragioni l'abbia avallata". Lo rende noto l'ufficio stampa di Forza Italia.

Con l'atto ispettivo gli esponenti azzurri chiedono anche "quali iniziative voglia intraprendere, nell'ambito delle proprie competenze, per porre rimedio alla chiusura forzata imposta al locale e, comunque, per evitare azioni che possano indebolire la doverosa azione di contrasto e prevenzione per il consumo e lo spaccio di tali sostanze", e anche se "non ritenga di individuare strumenti maggiormente idonei, alternativi alla chiusura forzata di un'attività imprenditoriale che offre lavoro a oltre duecento persone, e di portare avanti ogni azione utile per individuare forme di contrasto per debellare il crescente fenomeno del consumo di droghe, in particolare da parte dei minori".

I deputati di Forza Italia, inoltre, intendono conoscere quali provvedimenti legislativi urgenti il governo "intenda adottare per tutelare gli oltre duecento lavoratori della discoteca Cocoricò" e se "per prevenire tragici episodi, e lanciare un chiaro messaggio di 'tolleranza zero' contro chi contamina il sano divertimento con consumo e spaccio di sostanze stupefacenti" non intenda "adottare con urgenza le misure previste dalla proposta di legge - presentata lo scorso 29 settembre dagli stessi interroganti - che mira a disciplinare il divieto di accesso alle discoteche e ai locali da ballo in generale, dei soggetti riconosciuti responsabili dei reati di consumo o di cessione di sostanze stupefacenti o psicotrope all'interno dei locali stessi e delle loro pertinenze". (Public Policy) RED

© Riproduzione riservata