Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

QUIRINALE, CRONACA DEL SECONDO GIORNO

Primarie Pd, anche Prodi al voto. Epifani: decisione che gli fa onore 19 aprile 2013

Camera - Elezione Presidente della Repubblica Italiana

- IL RETROSCENA (ACCORDO MANCATO TRA RODOTÀ E IL PD?)

aggiornamento - (Public Policy) - Roma, 19 apr - 395 Romano Prodi e 213
Stefano Rodotà. Pdl e Lega hanno disertato l'aula. Questi i
risultati della quarta votazione per la presidenza della
Repubblica che si è conclusa con un nulla di fatto.

Terza arrivata è Annamaria Cancellieri (78 voti). Senatori
e deputati tornano a riunirsi domani mattina alle 10 per la
quinta votazione. (Public Policy)

RED

LA GIORNATA

LA SCELTA DEL PD /FOCUS

(Public Policy) - Roma, 19 apr - Romano Prodi dalla quarta
votazione? La confusione sotto il cielo Pd era tanta, e
chissà se il segretario Pier Luigi Bersani, con la sua
scelta di questa mattina al Capranica di Roma alla riunione
del partito per scegliere che fare dopo il flop della
candidatura Franco Marini, è riuscito a ricompattare
il partito (al di là dei numeri: l'ex premier è stato votato
all'unanimità).

Un nome come quello dell'ex presidente del Consiglio Prodi,
dicono in tanti, potrebbe essere votato persino - in ultima
istanza e nonostante il coro di 'no' - dal Movimento 5 stelle,
anche perchè il suo nome era nella lista votate online. Ma di
certo il M5s - almeno alla terza votazione - insisterà sul nome
di Stefano Rodotà. Resta da vedere cosa farà Sel e soprattutto se Prodi
convincerà pienamente i 'dissidenti' del Pd, quelli che
nella giornata di ieri hanno votato convintamente Rodotà.
Senza dimenticare gli ex popolari rimasti scottati dal flop Marini.

Nel frattempo Scelta civica sceglie il ministro
dell'Interno Annamaria Cancellieri, il Pdl s'interroga sul
da farsi (oggi comunque non voterà nessuno) e accusa il Pd di
"voler fare un colpo di mano", Emma Bonino sembra essere finita
nel dimenticatoio (ieri l'hanno votata praticamente solo i socialisti)
e la Lega sta a guardare. Fratelli d'Italia, la formazione di Ignazio La
Russa e Giorgia Meloni, ieri ha prima votato Marini (per
disciplina di coalizione) poi ha optato per il Capitano
Ultimo, Sergio De Caprio. Oggi dovrebbe votare Cancellieri. (Public Policy)

GAV

LE REAZIONI DI MIGLIORE (SEL) E CIVATI (PD)

PRODI, MIGLIORE (SEL): PRONTI AD ACCORDO SU SUO NOME
(Public Policy) - Roma, 19 apr - "L'opzione Stefano Rodotà è
quella più in sintonia con il nostro profilo di presidente
della Repubblica ma una candidatura come quella di Romano
Prodi, se condivisa, potrebbe essere interessante per noi e
siamo pronti a realizzare un accordo sul suo nome". Così
Gennaro Migliore, deputato di Sel, commenta alla Camera gli
ultimi sviluppi sull'elezione del nuovo capo dello Stato,
dopo la "spaccatura" nel centrosinistra sulla candidatura di
Franco Marini.

Del resto - spiega Migliore - quella di "Marini è stata una
candidatura aperta alle larghe intese e la nostra
indisponibilità non era sul nome ma sulla linea di
avvicinamento a Berlusconi".

Alla quarta votazione Sel convergerà sull'ex premier,
questa la linea emersa stamani - a quanto si apprende - al
termine di una riunione di partito. (Public Policy)

FEG

QUIRINALE, CIVATI (PD): CON ROMANO PRODI CHIUDIAMO AL PDL E APRIAMO AL M5S
(Public Policy) - Roma, 19 apr - "Credo che alcuni
parlamentari del M5s voteranno Romano Prodi. Devono capire
il messaggio politico che oggi il Pd gli ha lanciato. Siamo
partiti con la candidatura di Franco Marini che apriva al
Pdl e chiudeva al movimento. Adesso chiudiamo al Pdl,
quindi? La risposta è scontata".

Per Pippo Civati, deputato Pd, la candidatura di Romano
Prodi scelta dai parlamentari democratici è un'apertura
verso il movimento guidato da Beppe Grillo: "Abbiamo detto
che volevamo fare il governo del cambiamento, ma le elezioni
ci hanno consegnato una forza politica importante come il
M5s e abbiamo cercato di dare un segnale in quella
direzione".

Intercettato di fronte a Montecitorio, Civati lancia un
appello al Movimento 5 stelle: "Voglio dire questo al
movimento: valutate bene, Romano Prodi è una figura che
rispetterà i vostri voti e i vostri elettori. Aprirà una
stagione diversa". Perché non vi siete incontrai con il M5s
per trovare un'intesa? "È difficilissimo con loro. Ieri
hanno votato sul chi invita chi. Hanno deciso che dovevamo
invitarli noi del Pd, però non ce l'hanno detto".

"Mi rivolgo a tutti, anche a Scelta civica", ma Sel vi
appoggerà? "Sel ha avuto un ruolo importante, si è espressa
ieri a favore di Rodotà, ma ora il partito di Nichi Vendola
mi sembra entusiasta della nostra proposta".

"Franco Marini è stato un errore - conclude - e una grande
delusione all'interno del partito. Mi sarebbe piaciuto
vedere una gestione un po' diversa, anche da parte del M5s.

È un partito nuovo, ma non si può giocare con il candidato
per il Quirinale senza cercare una condivisione. Per me
Rodotà andava benissimo sia chiaro. Ma il nome di Prodi è un
giusto equilibrio che apre un fronte verso il cambiamento e
allo stesso tempo evita un inciucio con il Pdl". (Public
Policy)

SOR

LA CANDIDATURA DEL MINISTRO DELL'INTERNO ANNAMARIA CANCELLIERI

QUIRINALE, PERCHÈ MONTI E SC LANCIANO IL MINISTRO CANCELLIERI /FOCUS
(Public Policy) - Roma, 19 Apr - Scelta civica lancia
Annamaria Cancellieri - il ministro uscente dell'Interno -
sul Colle più alto. È lo stesso Mario Monti - premier in
carica solo ormai per gli affari correnti - a fare il nome
dell'esponente dell'esecutivo tecnico.

Perché "non è un rappresentante della vecchia politica -
spiega il Professore - non fa parte dei partiti ed è una
donna e sarebbe una preziosa novità per il paese farsi
rappresentare da una donna". Saltata la candidatura
condivisa e blindata da un accordo Pd-Pdl-Sc di Franco
Marini, ex presidente del Senato, Scelta civica si smarca
dai democratici che propongono Romano Prodi per la
presidenza della Repubblica, almeno alla quarta votazione,
poi si vedrà.

"Ci riuniremo dopo il voto, all'ora di pranzo", spiega il
capogruppo dei senatori, Mario Mauro. Mentre la collega
Linda Lanzillotta lancia un appello a tutte le parlamentari:
"Votare per la Cancellieri, è una donna, se non ora
quandoà.". Perché non votate Prodi? Chiede un cronista in
conferenza stampa alla Camera e Monti è gelido:
"Il Pd sembra aver dato priorità in questo momento al
disperato tentativo di salvaguardare l'unità del partito
pensando più a quello che all'unità del Paese".

Romano Prodi "ha tutte le caratteristiche per essere un
buon capo dello Stato, ma il modo in cui la sua personalità
viene portata all'attenzione dei grandi elettori è un modo
che viene percepito come divisivo". Monti riferisce di aver
informato della scelta sia Pier Luigi Bersani che Angelino
Alfano. (Public Policy)

FEG

- LA POSIZIONE DEL PDL
- LA POSIZIONE DEL MOVIMENTO 5 STELLE
- LE PAROLE DI ROSARIO CROCETTA (PD)

© Riproduzione riservata