Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

QUIRINALE, CAPPATO: I PARTITI HANNO PAURA DI EMMA BONINO /INTERVISTA

LEGGE 194, BONINO: IL SUO MALFUNZIONAMENTO PORTA AD AUMENTO ABORTI CLANDESTINI 20 aprile 2013

Pannella_Bonino139592_img

(Public Policy) - Roma, 20 apr - (di Sonia Ricci) Si parla
di un Napolitano bis e il nome di Emma Bonino è sparito tra
i candidati al Colle, perchè? "È il nome più popolare ed è
un nome radicale, scomodo alle logiche partitocratiche di
palazzo". Risponde così a Public Policy Marco Cappato,
dirigente di Radicali italiani, sulla candidatura ombra
della leader radicale alla presidenza della Repubblica, che
in queste ultime ore non è stato preso più in considerazione
dai partiti in Parlamento.

Cappato aggiunge: "Paradossalmente dopo il naufragio del Pd
e di Pier Luigi Bersani la candidatura di Emma Bonino
sarebbe più forte di prima". "Parliamo di una donna -
aggiunge - che se diventasse il capo dello Stato
continuerebbe a battersi per il rispetto della legge, del
diritto e della legalità. È chiaro che forze politiche
abituate a vivere il palazzo come una questione di potere
hanno paura di una persona come Bonino".

I sondaggi per l'elezione del nuovo inquilino del Colle
davano ragione ai radicali: Emmma Bonino - almeno prima che
scendesse in campo Stefano Rodotà - è sempre stata in testa
nelle classifiche. "É una donna importante per l'Italia. È
popolare e i partiti lo sanno. E cosa fanno per toglierla
dei giochi? Non ne parlano, sperando che anche gli italiani
se ne dimentichino".

D. MI STA DICENDO CHE BONINO NON È GRADITA ALLE FORZE
POLITICHE?
R.
Voglio dire una cosa in più: Bonino è estranea alla
storia dei poteri italiani, sia quelli politici che quelli
mediatici. Bonino racchiude in sé tutte quelle
caratteristiche che si stanno cercando: dall'autorevolezza
internazionale alla competenza fino alla popolarità.

D. E DEL NAPOLITANO BIS COSA PENSA?
R.
Non è opportuno che Giorgio Napolitano venga rieletto.
In questi anni è stato il migliore esponente della storia
del potere italiano, della partitocrazia. Dovendo cercare
disperatamente un'alternativa ad Emma Bonino è chiaro che
Napolitano è il nome più autorevole di quel regime, che noi
radicali speriamo di poter finalmente superare.

D. BERSANI SI È DIMESSO E IL PD SI SPACCA. VOI SIETE STATI
IN PARLAMENTO CON I DEMOCRATICI, COSA STA SUCCEDENDO?
R.
Bersani rifiutando nell'ultima campagna elettorale
l'alleanza con i Radicali aveva detto che voleva una
legislatura tranquilla. Il segretario Pd fatto male i
calcoli, ha ritenuto che fosse ancora possibile tenere
insieme i poteri italiani continuando con i soliti giochi
interni di palazzo.

Le cose sono cambiare, ora è nata una consapevolezza
nell'opinione pubblica di ciò che sta succedendo. Due cose
lo dimostrano: Emma Bonino in testa i tutti i sondaggi e la
vittoria del Movimento 5 stelle. Bersani ha sottovalutato
quello che c'è fuori dal palazzo. (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata