Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

QUIRINALE, DIARIO DEL TERZO GIORNO

napolitano 20 aprile 2013

Camera - Elezione Presidente della Repubblica Italiana

(Public Policy) - Roma, 20 apr - Giorgio Napolitano è stato
rieletto per la seconda volta alla presidenza della
Repubblica (ed è la prima volta che succede nella storia
della democrazia italiana). Hanno votato a favore della sua
rielezione Pd, Pdl, Scelta civica, Lega Nord. Contrari Sel,
Movimento 5 stelle (entrambi hanno votato Stefano Rodotà) e
Fratelli d'Italia (che ha votato Sergio De Caprio, il
capitano Ultimo). Napolitano ha raggiunto alle 18,18 il
quorum necessario di 504 voti, poi è arrivato a quota 738.
Rodotà si è fermato a 217 voti.

Il leader del M5s Beppe Grillo, che sarebbe dovuto arrivare a Roma intorno alle
19,30 per manifestare davanti a Montecitorio, ha disdetto l'incontro
e rinviato a domani l'appuntamento con i manifestanti. Il luogo e l'ora
sono ancora sconosciute.

Nel frattempo in serata, dopo l'elezione di Napolitano,
numerose persone si sono radunate in piazza Montecitorio per protestare
contro la rielezione di Napolitano. Presenti militanti del M5s,
elettori delusi del Pd, qualche Sel e qualche bandiera di
Rifondazione comunista. C'è anche qualcuno che si definisce del Pdl.
(Public Policy)

QUIRINALE, FONTE: IPOTESI LARGHE INTESE CON AMATO PREMIER E ALFANO VICE
(Public Policy) Roma, 20 apr - Pd, Pdl e Scelta civica si
sarebbero accordati (insieme alla scelta per un Napolitano bis)
per un governo di larghe intese con Giuliano Amato premier,
Angelino Alfano vice premier e Mario Monti agli Esteri. Lo
rivela a Public Policy una fonte parlamentare. (Public Policy)

QUIRINALE, NAPOLITANO: ECCO PERCHÈ HO ACCETTATO LA CANDIDATURA
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Nella consapevolezza delle
ragioni che mi sono state rappresentate, e nel rispetto
delle personalità finora sottopostesi al voto per l'elezione
del nuovo capo dello Stato, ritengo di dover offrire la
disponibilità che mi è stata richiesta - si legge in una nota
sul sito del Quirinale - Naturalmente, nei colloqui di questa mattina,
non si è discusso di argomenti estranei al tema dell'elezione
del presidente della Repubblica. Mi muove in questo momento il
sentimento di non potermi sottrarre a un'assunzione di responsabilità
verso la nazione, confidando che vi corrisponda una analoga
collettiva assunzione di responsabilità". (Public Policy)

- LE REAZIONI


QUIRINALE, MARONI: RIELEZIONE DI NAPOLITANO E DOPO SUBITO GOVERNO
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Lo schema che ha in mente
la Lega è questo: rielezione di Giorgio Napolitano e subito
formazione del nuovo Esecutivo", lo dice in diretta a
SkyTg24 il presidente leghista della Regione Lombardia
Roberto Maroni.

Beppe Grillo parla di colpo di stato? "Se lo ha deciso il
Parlamento...sarà un sistema imperfetto la democrazia ma è
l'unico sistema che mi piace". E sull'incontro di oggi tra i
delegati regionali e il presidente Napolitano aggiunge: "È
la prima volta che i presidenti delle regioni si recano dal
capo dello Stato in modo così informale, ringrazio Giorgio
Napolitano per averci ricevuto. La mancata elezione del
presidente della Repubblica avrebbe comportato
l'impossibilità di avere un governo che risolva i problemi.
Bisognava sbloccare questa impasse ed evitare che salissero
al Colle nomi che non condividiamo".

E su Giuliano Amato presidente del Consiglio? "Per quanto
ci riguarda i nomi sono altri; abbiamo bisogno di un un
governo politico e non possiamo andare a ripescare
personalità della prima Repubblica. Il programma c'è, è
quello stilato dai 10 saggi. Formiamo un nuovo governo
politico tenendo conto delle due relazioni dei gruppi di
lavoro". (Public Policy)

PANNELLA A BERSANI: LA SUA È LA VOCE DEI DOTTI IMBECILLI
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Il povero Pier Luigi
Bersani, che aveva giustificato il veto e l'eliminazione dei
Radicali dicendo 'voglio una legislatura tranquilla', si è
dimostrato essere la voce dei dotti imbecilli, come li
chiamava il grande, al quale penso oggi, Leonardo Sciascia".

Lo scrive su Twitter il leader dei Radicali Marco Pannella,
che aggiunge: "La vox populi, che da 15 anni vuole Emma
Bonino (alla presidenza della Repubblica; Ndr), vuole questa
scelta di povertà di potere e di ricchezza ideale,
spirituale, creativa e di concepimento, non di procreazione
bestiale di mostriciattoli partitocratici".

VENDOLA: SOLIDARIETÀ A BERSANI, PERSONA PER BENE
(Public Policy) Roma, 20 apr - "Esprimo solidarietà a Pier
Luigi Bersani. È una delle persone più limpide e per bene
che ci siano" al netto degli errori. Lo dice Nichi Vendola
durante una conferenza stampa alla Camera.

VENDOLA: VOTIAMO RODOTÀ. LARGHE INTESE? SAREMO ALL'OPPOSIZIONE
(Public Policy) Roma, 20 apr - "Governo di larghe intese?
Saremo all'opposizione, per motivi ontologici". Lo dice
Nichi Vendola durante una conferenza stampa alla Camera in
cui sostiene che Sel continua a votare per il Quirinale
Stefano Rodotà. "Da adesso - dice - lavoriamo per
ricostruire una nuova sinistra di governo".

NAPOLITANO BIS, CIVATI (PD): SOLUZIONE CHE NON RISPECCHIA IL VOTO
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "La soluzione che si sta
profilando non rispecchia affatto il risultato del voto del
24 e 25 febbraio. Spero che se ne rendano conto, quelli che
decidono e che se la prendono con il popolo della rete e con
chi scrive su Facebook. Perché poi lo scrivono anche sulla
scheda elettorale. Non lo hanno capito. O forse lo hanno
capito benissimo". Lo scrive in un post sul suo blog il
deputato Pd Pippo Civati. (Public Policy)

QUIRINALE, PD: SU NAPOLITANO 1 VOTO CONTRARIO E 4 ASTENUTI
(Public Policy) Roma, 20 apr - Ci sono stati 1 voto
contrario e 4 astenuti durante l'assemblea dei grandi
elettori del Pd sulla proposta del segretario dimissionario
di votare per la rielezione di Giorgio Napolitano. Lo rivela
una fonte. (Public Policy)

PD, BARCA: INCOMPRENSIBILE PERCHÈ NON VOTI RODOTÀ O BONINO
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "È incomprensibile che il
Pd non appoggi Stefano Rodotà o non proponga Emma Bonino".
Lo scrive su Twitter il ministro per la Coesione
territoriale (e fresco iscritto Pd) Fabrizio Barca. (Public
Policy)

QUIRINALE, SANTANCHÈ: NOME DI GARANZIA, NAPOLITANO È LA PERSONA GIUSTA
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Siamo alla ricerca di un
nome condiviso e di garanzia. E Giorgio Napolitano ha già
dimostrato di essere il nome giusto. Può aiutare per altri
sette anni questo Paese". Lo dice a Public Policy la
deputata Pdl, Daniele Santanchè, ai cronisti fuori
Montecitorio dopo la conferma da parte del Quirinale della
disponibilità del presidente Giorgio Napolitano ad essere
rieletto alla presidenza della Repubblica.

"Ci siamo sempre mostrati d'accordo nel trovare un nome
condiviso da tutti e Napolitano lo è", ribadisce Santanchè.
E sui nomi che circolano su un possibile governo di larghe
intese targato Giulio Amato, Santanchè precisa: "Ora stiamo
eleggendo il capo dello Stato e dobbiamo concentrarci su
questo. A tempo debito discuteremo anche del nuovo governo".
(Public Policy)

QUIRINALE, BERSANI AL PD: CON NAPOLITANO NON SI È PARLATO DI GOVERNISSIMO
(Public Policy) Roma, 20 apr - A Giorgio Napolitano abbiamo
chiesto uno sforzo per uscire da questo impasse ma non si è
parlato di governissimo. Questo il messaggio, secondo quanto
si apprende, di Pier Luigi Bersani davanti ai grandi
elettori del Pd. Bersani, racconta una fonte, ha spiegato le
motivazioni che hanno portato alla richiesta di una
riconferma di Napolitano e l'assemblea ha risposto con un
applauso. "Forse liberatorio", dice la fonte. (Public Policy)

NAPOLITANO BIS, LOMBARDI: DE PROFUNDIS DEL PAESE. E GRILLO CITA AGATA CHRISTIE
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Voci di palazzo
accreditano Napolitano eletto al sesto scrutinio e Giuliano
Amato presidente del consiglio. I partiti hanno suonato il de
profundis del Paese. Napolitano bis? Ottimo per un Paese che
non sa, non vuole scegliere, che non ha il coraggio di
andare avanti come chiedono i cittadini". Lo scrive su
Facebook la capogruppo M5s alla Camera Roberta Lombardi.

Pochi minuti fa il leader del Movimento 5 stelle, Beppe
Grillo, ha scritto un post sul suo blog dove paragona gli
esponenti degli altri partiti a "dieci piccoli indiani uniti
dall'Inciucio sin dalla nascita". Secondo Grillo "stanno
uscendo di scena. Uno dopo l'altro in una sequenza
inarrestabile, come nel romanzo di Agata Christie. Ieri ci
hanno lasciato Rosy Bindi e Bersani".

L'ex comico cita poi la filastrocca che veniva ritrovata
dai personaggi del romanzo giallo in ogni stanza della villa
dove alloggiavano e conclude: "Otto dei dieci personaggi
(della filastrocca; Ndr) hanno terminato il loro lungo
viaggio nella seconda Repubblica nata dalle macerie degli
anni di sangue '92/'94. Ne rimangono ancora due: Berlusconi
e D'Alema che sarà l'ultimo ad andarsene. E poi non rimase
nessuno". (Public Policy)

QUIRINALE, MALUMORI NEL PD. VERSO NUOVA ASSEMBLEA INFUOCATA
(Public Policy) Roma, 20 apr - Forti malumori nel Pd anche
oggi alla notizia della possibile riconferma di Giorgio
Napolitano al Colle. Si profila a breve un'altra assemblea
infuocata. "Me l'hanno detto ora (della possibilita di
rieleggere Napolitano; Ndr). Se si dovesse votare Napolitano
mi metterei a piangere - dice una senatrice - ma non per
lui, perché sarebbe la morte del partito. Sarebbe il via al
governissimo. E il Pd comunque é tutt'altro che unito anche
su questo candidato. Ora andremo a chiedere spiegazioni al
segretario. Vedremo. Anche cosa significa governissimo: fare
insieme solo la legge elettorale oppure andare oltre?".

"Il Parlamento - ragiona una deputata - sta dimostrando di
non essere in grado di fare nulla, nemmeno di fare una
scelta da solo, seppur sbagliata". (Public Policy)

QUIRINALE, VENDOLA SU NAPOLITANO BIS? LO LASCINO STARE
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Mi auguro che non si
trascini anche il capo dello Stato in questo marasma. Noi ci
aspettiamo una conferma da Giorgio Napolitano del suo
diniego a farsi trascinare in questo teatrino. Ci hanno
fatto del male, ci hanno scorticati vivi, ora scelgano e
lascino stare Napolitano. Riconfermare lui non vuol dire
risolvere la crisi, ma trascinare anche lui nel marasma".

Lo scrive su Facabook il leader di Sel, Nichi Vendola, che
aggiunge: "Se il Pd non converge su Stefano Rodotà
presidente della Repubblica, andrà incontro a un suicidio
perfetto".

La Lega Nord, invece, ha fatto sapere di essere favorevole
a un Napolitano bis. Nel frattempo si è conclusa la quinta
votazione e i presidenti delle Camere, Laura Boldrini e
Pietro Grasso, hanno dato il via allo spoglio. (Public
Policy)

NAPOLITANO BIS? IL M5S RISPONDE DI 'NO', ANDIAMO AVANTI CON STEFANO RODOTÀ
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Sull'ipotesi di un
Napolitano bis il Movimento 5 stelle risponde 'no'.
Rispettiamo le decisioni dei cittadini, non solo quelli che
hanno votato in rete ma anche quelli scesi in piazza".
Risponde così il capogruppo del M5s alla Camera, Roberta
Lombardi in diretta a SkyTg24 a Montecitorio.

E aggiunge: "Restiamo fermi sulla nostra linea scelta con
le Quirinarie, rispettiamo la figura di Giorgio Napolitano,
ma il nostro candidato è Stefano Rodotà".

"Tutti i parlamentari 5 stelle - conclude - si stanno
impegnando per dialogare con gli altri parlamentari per far
convergere più voti possibili su Rodotà".(Public Policy)

QUIRINALE, TRATTATIVE TRA PARTITI. VERSO POSSIBILE RICONFERMA NAPOLITANO
(Public Policy) Roma, 20 apr - Fitte riunioni e trattative
nei partiti in queste ore. Bersani e Monti sono ora a
colloquio e, da quanto si apprende, il premier salirà
successivamente al Colle da Napolitano. Rumors di palazzo
dicono che si potrebbe andare verso una rielezione del
presidente Giorgio Napolitano su cui convergerebbero Pd, Pdl
e anche Scelta civica.

Una rielezione "di garanzia" dice una fonte, per un mandato
che tenti di risolvere la situazione di stallo attuale e
duri magari un paio di anni. I partiti, da quanto si
apprende, starebbero spingendo per fare in fretta e chiudere
entro la giornata di oggi la partita per il Quirinale.
(Public Policy)

NAPOLITANO BIS, FONTI PD: UN ALTRO TENTATIVO PER RICOMPATTARE IL PARTITO
(Public Policy) Roma, 20 apr - Napolitano bis? "È un altro
tentativo per ricompattare il partito", rivela una fonte del
Pd. Ma Mario Monti, con cui Bersani sta per incontrarsi, ha
già detto che si deve rispettare la volontà di Giorgio
Napolitano di non prorogare il suo mandato. (Public Policy)

QUIRINALE, BERSANI-MONTI: RIUNIONI A DISTANZA PRIMA DELL'INCONTRO
(Public Policy) Roma, 20 apr - Riunioni a distanza prima
dell'incontro tra Pier Luigi Bersani e Mario Monti.
Bersani, a quanto si apprende da fonti, dopo aver incontrato
in mattinata il presidente del Consiglio uscente, è riunito
con i suoi, tra cui Enrico Letta, nella sua stanza, nella
'Corea' di Montecitorio (corridoio parallelo al
Transatlantico). Monti contemporaneamente è chiuso nella
stanza del governo, a poca distanza da quella di Bersani,
con i suoi. (Public Policy)

QUIRINALE, IL PDL: RODOTÀ VUOLE BERLUSCONI INELEGGIBILE
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Rodotà ha aderito
all'appello di Flores d'Arcais per rendere Berlusconi
ineleggibile. Sarebbe dunque presidente divisivo. Come
Prodi". È quanto si legge nell'account ufficiale di Silvio
Berlusconi, leader del Pdl. (Public Policy)

M5S, DI BATTISTA (M5S): CON ELEZIONE DI RODOTÀ INIZIO DIALOGO CON GIOVANI PD
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Qualora venisse eletto
Stefano Rodotà alla presidenza della Repubblica, chiaramente
sarà possibile iniziare a sederci e iniziare a dialogare. Ma
questa non è un'apertura a un governo Pd. Questo è un
segnale forte di cambiamento che chiediamo. Se però i
giovani del Pd e Sel non fanno loro questa mossa importante
noi non possiamo dialogare proprio con nessuno".

Risponde cosi ai cronisti di fronte a Montecitorio il
deputato del M5s Alessandro Di Battista. "Dal M5s nessuna
apertura ad un governo Pd - ribadisce - ma con l'elezione di
Rodotà potremmo iniziare a dialogare con quella parte del
partito formata da persone perbene".

"Ieri sono uscito a mezzanotte dal palazzo dei Gruppo
(Montecitorio; Ndr) e ho visto molti giovani del Pd quasi in
lacrime per quello che è successo. Mi è dispiaciuto, di
certo è una crisi politica che noi conosciamo. Il Movimento
5 stelle è nato proprio sulle ceneri dei partiti e le
dimissioni di ieri di Pier Luigi Bersani e Rosy Bindi lo
dimostrano".

E conclude: "Ci appelliamo a quanti nel Pd vogliono il
cambiamento, quello vero. Lo dico anche a Sel: votate Rodotà
e mettete fine alla vecchia politica". (Public Policy)

PD, RENZI: BERSANI SAGGIO, DISGUSTOSI I GIOCHINI DEI GRANDI ELETTORI
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Trovo inevitabile e saggio
che Bersani abbia annunciato le sue dimissioni e spero che
il mio partito possa subito uscire dalla delicata crisi che
stiamo attraversando dal dopo elezioni: nel mio piccolo farò
di tutto per dare una mano al Pd e al Paese. Nel frattempo
continuo il mio lavoro in Palazzo Vecchio. Come sapete non
sono un grande elettore e dunque trovo corretto mantenere
gli impegni da sindaco [...] E spero tanto che i grandi
elettori facciano il loro dovere, con trasparenza e senza i
disgustosi giochini di ieri...". Lo scrive su Facebook il
sindaco di Firenze Matteo Renzi. (Public Policy)

QUIRINALE, MONTI: NAPOLITANO? NON DISPONIBILE. RISPETTIAMO VOLONTÀ
(Public Policy) Roma, 20 apr - "Noi ed io, dopo molti
colloqui, siamo fermi alla sua ripetuta dichiarazione di non
disponibilità ad una nuova candidatura e pensiamo che la sua
posizione, così fermamente espressa, debba essere
rispettata". Mario Monti blocca così, in conferenza stampa
alla Camera, l'ipotesi di rieleggere Napolitano al
Quirinale.(Public Policy)

QUIRINALE, MONTI: CANCELLIERI SIA LA CANDIDATA DI TUTTI, VOTATELA
(Public Policy) Roma, 20 apr - "Questa mattina votiamo
scheda bianca per dimostrare che Anna Maria Cancellieri non
è il nostro candidato ma di tutti". Lo dice Mario Monti in
conferenza stampa alla Camera, chiedendo a tutti di votare
per il ministro dell'Interno.

"Ieri abbiamo visto Silvio Berlusconi e i vertici del Pdl,
ma non vogliamo dare notizie parziali. Con Pier Luigi
Bersani ci vedremo oggi alle 12", aggiunge. Per quanto
riguarda il M5s Monti dice: "Sono in corso contatti" per
sottoporre il nome della Cancellieri "anche se difficili.
Tante caratteristiche che il popolo della rete esprime con
forza io le vedo riunite in una persona che è Anna Maria
Cancellieri".

"Non vorrei che quando si offre una personalità donna e
nuova come Cancellieri, si andasse contro a questa
personalità. Sarebbe una contraddizione" continua Monti
riferendosi al M5s. "Infine dalla rete emerge quello che
vogliamo, ovvero il rispetto della legalità e delle regole.
Noi proponiamo una persona che ha passato la vita a fare
questo. Non dico che l'abbiamo scelta in rete ma è come se
l'avessimo fatto".(Public Policy)

QUIRINALE, LOMBARDI (M5S): CON SEL SIAMO GLI UNICI A SCRIVERE UN NOME
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Siamo di nuovo in aula. E
(almeno ufficialmente) siamo gli unici a scrivere un nome
sulla scheda insieme a Sel". Lo scrive su Facebook la
capogruppo alla Camera del Movimento 5 stelle Roberta
Lombardi. Il M5s ha dichiarato il suo voto per Stefano
Rdodotà, così come Sinistra ecologia e libertà. (Public
Policy)

QUIRINALE, MIGLIORE (SEL): TUTTO IL CENTROSINISTRA CONVERGA SU RODOTÀ
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Ricostruire la connessione
con chi è fuori dal Palazzo. Tutto il centrosinistra può
convergere sulla candidatura di Rodotà". Lo dice il capogruppo
alla Camera di Sel Gennaro Migliore. (Public Policy)

PD, GOZI: GRAZIE A DALEMIANI E MARINIANI PER IL DELITTO POLITICO DI IERI
(Public Policy) - Roma, 20 apr - "Invito tutti gli elettori
del centrosinistra a ringraziare calorosamente dalemiani e
mariniani con la I per il delitto politico di ieri". Lo
scrive su Twitter il deputato del Pd Sandro Gozi. (Public
Policy)

QUIRINALE, DALLE DIMISSIONI DI BERSANI AL VOTO DI OGGI /FOCUS
(Public Policy) - Roma, 20 apr - Terremoto in casa Pd. Anche
la quarta votazione è stata un nulla di fatto: il candidato
del centrosinistra, Romano Prodi (scelto ieri all'unanimità
dai parlamentari Pd riuniti a Teatro Capranica), non ha
raggiunto il quorum necessario di 504 voti. L'ex presidente
del Consiglio ha incassato 395 preferenze non riuscendo a
superare la soglia "politica" di 450, ovvero tutti i voti
del centrosinistra.

Rosi Bindi si dimette dall'assemblea generale del Pd. E in
serata arriva anche l'annuncio delle dimissioni da
segretario di Pier Luigi Bersani: "Per me è troppo - ha
detto il segretario - consegno all'assemblea le mie
dimissioni. Operative da un minuto dopo l'elezioni del
presidente della Repubblica". E ancora: "Abbiamo prodotto
una vicenda di gravità assoluta, sono saltati meccanismi di
responsabilità e solidarietà, una giornata drammaticamente
peggiore di quella di ieri. Uno su quattro di noi ha
tradito. Per me è inaccettabile".

PRODI VITTIMA DELLA GUERRA INTERNA DEL PD
A fine giornata, quando il nome di Romano Prodi è bruciato
ed il Professore sbatte la porta per un nuovo voto sul suo
nome, si scopre che l'applauso, descritto come unanime,
nell'assemblea mattutina era solo di facciata. Prodi finisce
vittima della "guerra" interna al Pd.

All'interno del partito si è ora aperta la caccia ai
franchi tiratori, 101 in tutto, che non hanno votato per la
candidatura di Prodi.(Public Policy)

SOR-GAV-VIC

© Riproduzione riservata