Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

QUIRINALE, LE POSIZIONI IN CAMPO DOPO LE PRIME DUE VOTAZIONI

QUIRINALE, IN CORSO LA SECONDA VOTAZIONE: LE POSIZIONI IN CAMPO 18 aprile 2013

QUIRINALE, IN CORSO LA SECONDA VOTAZIONE: LE POSIZIONI IN CAMPO

Dopo il primo ‘no’ a Franco Marini Pd e Pdl decidono di votare scheda bianca
(come Lega e Sc). Fratelli d’Italia vota il Capitano Ultimo,
mentre Sel e i 5 stelle continuano ad appoggiare Stefano Rodotà.


CAMERA, I NUMERI DELLA SECONDA VOTAZIONE PER IL COLLE
(Public Policy) - Roma, 18 apr - 230 voti per Stefano Rodotà
e 418 schede bianche. Questi i risultati della seconda
votazione per la presidenza della Repubblica. Alta la
percentuale del non voto appoggiato da una parte del Pd, dal
Pdl, dalla Lega e dai centristi di Scelta civica.

Secondo arrivato è l'ex sindaco di Torino Sergio
Chiamparino (90 voti), seguito dall'ex premier Massimo
D'Alema (38), dall'ex presidente del Senato Franco Marini
(15 voti), dalla deputata Pdl Alessandra Mussolini (15), da
Romano Prodi (13) e dalla leader radicale Emma Bonino (13).
Domani terza votazione a partire dalle 10.

VERDINI: C'È PROBLEMA, PD RIASSETTI SUOI NUMERI
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Devono riassettare i loro
numeri perché mi pare abbiano qualche problema. Noi siamo in
attesa". Lo dice il coordinatore del Pdl Denis Verdini, in
merito ai problemi nel Pd sull'elezione del presidente della
Repubblica.

"Anche a metterli tutti insieme, i numeri non tornano -
osserva Verdini - A Marini sono mancati almeno 250-300 voti,
quindi serve che sistemino le loro divisioni".
Secondo Verdini, comunque, "il fallimento delle prime due
votazioni rappresenta un problema per tutti".

BRUNETTA (PDL): PD HA VOTATO IN OTTO MANIERE DIVERSE, CI DORMANO SU
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Sono passati 52 giorni
dalla fine delle elezioni, Bersani non ha fatto governo, non
vuole farlo con noi, ha tentato di farlo con Grillo ed è
stato respinto con perdite. Poi si sceglie un presidente
condiviso e il Pd vota in otto modi diversi quindi non è
coeso nè finalizzato su Marini. Adesso sento che Bersani
dice che c'è una fase nuova, auguri: facciano chiarezza, ci
dormano su, facciano un'altra assemblea, noi siamo su
Marini". Lo dice in diretta a SkyTg24 il capogruppo alla
Camera del Pdl Renato Brunetta.

E se il Pd ora scegliesse di fare da solo? "Mi sembra che
tutto sappia tanto di colpo di mano, di un impadronirsi
delle cariche istituzionali con lo 0,3% in più dei voti, è
una situazione democraticamente poco accettabile".

LOCATELLI (PSI): INIZIA A CIRCOLARE CANDIDATURA PRODI
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Inizia a circolare tra di
noi la candidatura di Romano Prodi, il candidato più inviso
a Berlusconi". Lo scrive su Twitter la deputata del Psi Pia
Locatelli (eletta nelle fila del Pd). Il Partito socialista
(6 parlamentari) ha dichiarato il suo voto per la leader
radicale Emma Bonino.

BERSANI: INCONTRO CON RENZI? NON NE SO NULLA
(Public Policy) - Roma, 18 apr - Pier Luigi Bersani vedrà
Matteo Renzi tra stasera e domani? "L'ho letto ma non ne so
nulla", dice lo stesso segretario Pd ai giornalisti uscendo
dall'Aula di Montecotorio.
"Comunque non ci sono problemi", aggiunge Bersani.

MAURO (SC): IL PD COSA VUOLE FARE, DIVIDERE O UNIRE?
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Il Pd vuole scegliere un
candidato di rottura per un eventuale governo con il M5s o
vuole sceglierne uno condiviso da tutti, anche dal Pdl e da
noi?". Se lo chiede in diretta a SkyTg24 il capogruppo al
Senato di Scelta civica Mario Mauro, ex europarlamentare
Pdl.

BERSANI: PREOCCUPATO PER ITALIA MA SOLUZIONE SI TROVA
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Certo che sono preoccupato
ma per l'Italia". Lo dice il segretario del Pd Pier Luigi
Bersani. Rimane il nome di Marini? "Vedremo la riunione dei
grandi elettori e vedrete che una soluzione si trova".
Il partito sta esplodendo? "Ma no", dice.

GOZI (PD): IL CONGELAMENTO DI MARINI È ASSIDERAMENTO
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Il congelamento di Franco
Marini è netto quasi come un assideramento. Questa giornata
deve passare, domani dovremo ripartire da altre ipotesi".
Commenta così Sandro Gozi, deputato Pd e renziano, la
decisione del partito di votare scheda bianca durante la
seconda votazione per il presidente della Repubblica.

SCHIFANI (PDL): LAVORIAMO ANCORA PER SCELTA CONDIVISA
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Il Pdl continua a lavorare
per una soluzione condivisa per il nuovo presidente della
Repubblica. Ci è stata proposta la candidatura di Franco
Marini, che avevamo scelto di accettare e che abbiamo votato
massicciamente. Purtroppo questo non è avvenuto, ad opera
del Partito democratico e dei suoi alleati".

Così il capogruppo pdl ed ex presidente del Senato Renato Schifani,
conversando con i cronisti alla Camera.
"Continueremo a sforzarci - aggiunge - perchè il presidente
della Repubblica sia una personalità condivisa dalle forze
politiche, nell'interesse dei cittadini e del Paese".
E se alla quarta votazione domani spuntasse il nome del ex
premier Romano Prodi?

"Se qualcuno vorrà fare sfoggio di muscoli, attraverso i
numeri parlamentari lo potrà fare assumendosene la sua
responsabilità davanti agli italiani e alle altre forze
politiche escluse", risponde Schifani.
E se invece il Pd dovesse convergere su Stefano Rodotà,
candidato del M5S?

"Sarebbe lo stesso - aggiunge il capogruppo pdl a Palazzo
Madama - sarebbe un voto a maggioranza che non coinvolge un
partito come il Pdl, che ha raccolto 10 milioni di voti e
credo che questo sia un fatto di estrema gravità".

Vale anche per Massimo D'Alema? "Non mi innamoro dei nomi
ma delle metodologie e dei percorsi che portano a scelte
meditate e condivise al massimo", conclude Schifani.

PD DOMANI VOTA SCHEDA BIANCA ALLA PRIMA CHIAMA
(Public Policy) - Roma, 18 apr - Scheda bianca anche alla
terza votazione. Questa la linea del Pd al momento. Lo
conferma una fonte interna.
Sono attese per stasera e domani mattina riunioni dei
vertici per stabilire una nuova strategia.

ALFANO (PDL): SI TROVI SOLUZIONE IDONEA
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Questa mattina Franco
Marini, candidato del Pd a noi proposto e da noi lealmente
votato, pur non raggiungendo il quorum dei 2/3 previsto
dalla Costituzione per i primi tre scrutini, ha comunque
superato la maggioranza assoluta degli aventi diritto al
voto. Ora il Pd comunica l'intenzione di votare scheda
bianca alla seconda e alla terza votazione.

Ne prendiamo atto e invitiamo tutti a impegnare questo tempo per
individuare la soluzione più idonea per eleggere il
presidente sin dalla quarta votazione". Lo dichiara in una
nota il segretario del Pdl, Angelino Alfano.

QUIRINALE, CRIMI: M5S UN CUNEO IN UN CEPPO SECCO,
LO VOGLIAMO SPACCARE

(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Immaginate se avessimo
avuto la possibilità di proporre dei nomi. Il Movimento 5
stelle è una rottura, un cuneo in un ceppo secco. Per
spaccarlo dobbiamo continuare su questa strada. Dobbiamo
continuare ad insistere nella nostra strada coerentemente e
Stefano Rodotà è un candidato perfetto per questo
obiettivo".

Lo dice in diretta streaming su "La Cosa" (la web tv del
M5s) il capogruppo 5 stelle al Senato Vito Crimi, che
aggiunge: "Non abbiamo proposto un candidato perché piacesse
a Pier Luigi Bersani, ma abbiamo proposto il miglior
candidato. E quella dei partiti non dev'essere una scelta
politica, ma deve convergere sul miglior candidato. E Rodotà
lo è".

FDI DIVISO AL PRIMO VOTO SU MARINI
MELONI: DIVISIONI NEL GRUPPO POI AL VOTO COMPATTI

(Public Policy) - Roma, 18 apr - Da quanto raccontano vari
deputati in Transatlantico, Fratelli d'Italia (gruppo
composto da 9 tra deputati e senatori) si è diviso durante
la prima votazione.

Non tutti infatti, avrebbe raccontato Crosetto ad alcuni
colleghi di altri partiti, hanno votato Marini.
Interrogata sul punto da Public Policy Giorgia Meloni però
nega: "A quanto so io in Aula abbiamo votato compatti per
Marini. È vero però che all'interno del partito c'é stato un
aspro dibattito prima del voto tra chi, come me, preferiva
un altro nome e chi (ed è la linea che ha vinto) ha
preferito votare un nome condiviso per tentare di eleggere
un presidente nel minor tempo possibile, ovvero alla prima
votazione".

"È passata questa seconda linea - dice Meloni - e ci siamo
turati il naso. Ora però votiamo il Capitano Ultimo Sergio
De Caprio".

Il nome di Romano Prodi potrebbe piacere a Fdi?
"No, ora basta - replica l'ex ministro - oggi votiamo il
nostro nome. Poi domani vedremo, anche in base a cosa decide
il Pdl. Magari un nome di centrodestra...".

BERLUSCONI NON PARTECIPA A SECONDO VOTO, VOLA A UDINE
(Public Policy) - Roma, 18 apr - Silvio Berlusconi non
partecipa alla seconda votazione per eleggere il presidente
della Repubblica. Lo rivela a Public Policy Antonio Palmieri
del Pdl.

Il Cavaliere ha dato indicazione di votare scheda bianca ma
é volato a Udine dove prenderà parte ad un'iniziativa
elettorale.

SCELTA CIVICA VOTA SCHEDA BIANCA
(Public Policy) Roma, 18 apr - Scelta civica sta votando
scheda bianca alla seconda votazione per il presidente della
Repubblica. Lo conferma a Public Policy il capogruppo alla
Camera Lorenzo Dellai.

LEGA NON PARTECIPA A SECONDA E TERZA VOTAZIONE
(Public Policy) Roma, 18 apr - La Lega non parteciperà alla
seconda e terza votazione per il presidente della
Repubblica. La scelta deriva dal fatto, spiega il senatore
Massimo Bitonci, che oggi é chiaro che non si arrivi alla
maggioranza dei due terzi. Domani poi una riunione dei
gruppi, con Roberto Maroni, deciderà la linea da seguire.

PD VOTERÀ SCHEDA BIANCA. RIUNIONI PER CAMBIARE LINEA E NOME
(Public Policy) - Roma, 18 apr - Scheda bianca alla seconda
votazione, e forse anche alla terza per poi voltare pagina e
ricominciare tutto daccapo, con una nuova logica e nuovi
nomi. La racconta così, una fonte interna al Pd, la
situazione dei democrat dopo il primo voto andato a vuoto
per l'elezione del presidente della Repubblica.

Il nome di Franco Marini, condiviso con il Pdl, ha spaccato
il Pd e il centrosinistra e ora che molti anche del Pd non
l'hanno votato, la linea di Bersani deve cambiare. Questo il
ragionamento di queste ore.

Ore convulse in cui fervono incontri e riunioni: Bersani è
impegnato a trovare un nome nuovo e una linea nuova per
ricompattare il partito. E c'è chi ritira fuori il nome di
Romano Prodi.

Tra stasera e domani mattina, racconta la fonte, ci saranno
parecchie riunioni in casa Pd. Intanto oggi votiamo scheda
bianca e poi domani si volta pagina.

IL CANDIDATO DI FRATELLI D'ITALIA È IL CAPITANO ULTIMO
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Un nome forte, credibile e
unificante per il Quirinale. Il candidato di Fratelli
d'Italia è Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo". Lo scrive
su Twitter la leader Giorgia Meloni.

De Caprio è un carabiniere, noto soprattutto per aver
arrestato Totò Riina nel 1993. Attualmente con il grado di
colonnello è vice comandante del Noe (Nucleo operativo
ecologico) a Roma.

MIGLIORE: SEL VOTERÀ RODOTÀ ANCHE ALLA SECONDA VOTAZIONE
(Public Policy) - Roma, 18 apr - Sinistra ecologia libertà
anche al secondo turno voterà per Stefano Rodotà. Lo
annuncia con un post su Twitter il capogruppo di Sel a
Montecitorio Gennaro Migliore.

PDL VOTA SCHEDA BIANCA ALLA SECONDA VOTAZIONE
(Public Policy) - Roma, 18 apr - Il Pdl voterà scheda bianca
alla seconda votazione. Questa l'indicazione del gruppo
secondo quanto rivelano fonti parlamentari. "Aspettiamo di
capire cosa decide il Pd e se mantiene i patti" dice a
Public Policy Antonio Palmieri.

ICHINO (SC): MARINI UNA SCELTA AL RIBASSO
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "Una scelta al ribasso che
si è rilevata perdente". Così il senatore di Scelta civica
Pietro Ichino, avvicinato dai cronisti nei pressi del
Senato, ha commentato la prima votazione per eleggere il
presidente della Repubblica che non ha visto Franco Marini
raggiungere il quorum. Per Ichino potrebbe essere
"difficile" che Marini risulti eletto nella seconda
votazione.

FICO (M5S): APPELLO A SEL, VOTINO SEMPRE RODOTÀ
(Public Policy) - Roma, 18 apr - "C'è una vera spaccatura
nel centrosinistra perché una parte vuole fare giochi di
palazzo e una se ne vuole liberare. Vogliamo far convergere
questa parte". Lo dice ai giornalisti in Transatlantico
Roberto Fico del M5s. "Il nostro nome è Rodotà, anzi lancio
un appello a Sel di votare fino alla fine per Rodotà e di
non farsi convincere da altri nomi".

CAMERA, TUTTI I NUMERI DELLA PRIMA VOTAZIONE
(Public Policy) - Roma, 18 apr - Il sito della Camera ha
pubblicato i numeri ufficiali della prima votazione per
l'elezione del presidente della Repubblica, che ha visto una
gara a due - senza vincitori - tra Franco Marini (appoggiato
da una parte del Pd, dal Pdl, dalla Lega e da Scelta civica)
e Stefano Rodotà (appoggiato da alcuni parlamentari Pd, da
Sel e dal M5s).

I NUMERI
Presenti e votanti: 999
Maggioranza dei due terzi: 672
Franco Marini 521
Stefano Rodotà 240
Sergio Chiamparino 41
Romano Prodi 14
Emma Bonino 13
Massimo D'Alema 12
Giorgio Napolitano 10
Anna Finocchiaro 7
Annamaria Cancellieri 2
Mario Monti 2
Voti dispersi 18
Schede bianche 104
Schede nulle 15. (Public Policy)

VIC - EPA - SOR - GAV

© Riproduzione riservata