Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Ratificato in via definitiva l'accordo sulla Tav: cosa prevede

Tav, se ne riparla al Senato. Cosa c'è nel ddl su accordo con la Francia 2015 22 dicembre 2016

ROMA (Public Policy) - Autorizzazione alla ratifica, ordine di esecuzione, modalità realizzative dell'opera ed entrata in vigore. Sono i quattro articoli del ddl di ratifica dell'accordo italo-francese per l'avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione approvato in via definitiva alla Camera.

In merito agli aspetti tecnico-finanziari, il ddl prevede che per la realizzazione dell'opera si provvederà per successivi lotti costruttivi non funzionali, impegnativi nei soli limiti di finanziamento che il governo renderà effettivamente disponibili.

Previsto che entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge, il Cipe deliberi sull'avvio dei lotti finanziati con le risorse già disponibili a legislazione vigente, che - ha ricordato il relatore in sede di esposizione - sono poco più di 2,5 miliardi di euro.

Supera di poco la soglia dei 25mila euro, invece, il totale degli oneri che derivano dal regolamento dei contratti, per spese di missione per i membri della struttura binazionale paritetica e per effettuare ispezioni nei cantieri di lavoro.

continua -in abbonamento

FRA-IAC

© Riproduzione riservata