Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

REBUS GOVERNO, BRUNETTA: FIN QUANDO I MERCATI SOPPORTERANNO L'INCERTEZZA?

07 marzo 2013

(Public Policy) - Roma, 7 mar - "Tranquillizzati (ma non
troppo) sulla situazione economica italiana dalle parole del
presidente della Bce Mario Draghi secondo cui il nostro Paese avrebbe
attivato il pilota automatico sul risanamento dei conti
pubblici e delle riforme, ci chiediamo fino a quando i
mercati e le agenzie di rating sopporteranno la mancanza di
un governo stabile con prospettive di medio lungo periodo in
Italia". Lo dice in una nota il responsabile economico del
Pdl Renato Brunetta, commentando le parole di oggi di Mario
Draghi a Francoforte.

"Ci chiediamo - aggiunge l'ex ministro della Pa - fino a
quando i mercati e le agenzie di rating accetteranno le
catastrofiche interviste alla stampa estera di chi dice di
aver vinto le ultime elezioni con il Movimento 5 stelle. Ci
chiediamo fino a quando i mercati e le agenzie di rating
tollereranno le revisioni sempre più a ribasso delle stime
di crescita dei paesi dell'Eurozona, con in testa il nostro
Paese".

"Più che il pilota automatico delle riforme (in gran parte
fallite) in Italia - conclude Brunetta - sembra esserci in
Europa oggi una qualche attitudine a minimizzare. A sopire,
ad attenuare l'irresponsabilità della sinistra in questo
passaggio delicato della nostra democrazia. Come, di
converso, c'era un'opposta attitudine ad amplificare, a
drammatizzare, a colpire le difficoltà di governo del
centrodestra nell'estate-autunno del 2011". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata