Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Le Regioni hanno qualche problema con i fondi per l'edilizia scolastica

scuola 15 giugno 2016

ROMA (Public Policy) - Le Regioni hanno avuto "difficoltà a spendere i fondi stanziati a livello regionale" per l'edilizia scolastica, nonostante "le abbiamo più volte sollecitate".

Lo ha detto in commissione Cultura alla Camera il capo del dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, in audizione nell'ambito dell'indagine conoscitiva sull'edilizia scolastica in Italia.

"Dal 2015 - ha spiegato Curcio - lavoriamo insieme al Miur per definire le modalità delle attività di monitoraggio, mentre stiamo cercando di integrare le banche dati anche con la struttura di missione di Palazzo Chigi. I nostri dati sono comunque aperti, mentre ci sono state difficoltà a spendere i fondi a livello regionale".

In particolare, il dipartimento della Protezione civile "è impegnato sulla messa in sicurezza degli edifici scolastici e a tal riguardo sono state effettuate tutte le verifiche sismiche necessarie in tutte le regioni e nei comuni colpiti da terremoti", ha spiegato il tecnico sottolineando che per quanto riguarda l'impiego dei finanziamenti, "al 19 novembre 2015 risultavano finanziati 242 interventi, monitorati tutti attraverso piattaforma Gis".

"Vorremmo però ritornare sulla possibilità di fornire un contributo anche sulla prevenzione strutturale perchè riteniamo che il dipartimento di Protezione civile abbia le competenze per agire anche su questa parte. - ha concluso il capo del dipartimento - Separare gli ambiti, quello strutturale da quello non strutturale, non è positivo, mentre devono tornare a vivere insieme". (Public Policy) RLN

© Riproduzione riservata