Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Registro nazionale dei tumori: abbiamo un testo base

industria 08 giugno 2017

ROMA (Public Policy) - Istituire la Rete nazionale dei registri dei tumori e dei sistemi di sorveglianza e dei registri di mortalità, di tumori e di altre patologie. Lo prevede il testo base sul Registro dei tumori adottato in commissione Affari sociali della Camera.

Il testo è frutto del lavoro del comitato ristretto ed è la sintesi, elaborata in più di un anno dai relatori Massimo Baroni (M5s) e Giovanni  Burtone (Pd), di sette proposte di legge. Il termine per la presentazione degli emendamenti è stato fissato lunedì prossimo alle 12 ma, a quanto si apprende, potrebbe essere modificato.

Il Registro, si legge nel testo base, ha diversi obiettivi come: prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione, programmazione sanitaria, verifica della qualità delle cure, valutazione dell'assistenza sanitaria e di ricerca scientifica in ambito medico, biomedico ed epidemiologico; semplificazione delle procedure di scambio dati, facilitazione della loro trasmissione e della loro tutela; studio di morbosità e mortalità per malattie oncologiche e infettive; studio e monitoraggio dei fattori di rischio delle malattie sorvegliate.

I dettagli rispetti al funzionamento del Registro (tipologie di dati immessi, trattamento, soggetti che possono accedervi, sicurezza) saranno individuati con un successivo decreto del ministero della Salute. I dati dovranno contribuire, tra le altre cose, "alla rilevazione di eventuali differenze nell'accesso alle cure erogate al paziente oncologico in relazione alle condizioni socio-economiche e all'area geografica di provenienza, anche in riferimento a cause di malattia derivanti da inquinamento ambientale".

continua -in abbonamento

NAF

© Riproduzione riservata