Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Eccolo, il regolamento delle lobby a Montecitorio: si parte tra un mese

Lobby 10 febbraio 2017

di Fabio Napoli

ROMA (Public Policy) - Con l'approvazione in ufficio di presidenza alla Camera si chiude l'iter del regolamento delle lobby di Montecitorio, che entrerà in vigore a partire dal 10 marzo (dal trentesimo giorno a decorrere dalla data di approvazione del regolamento attuativo), e che introduce a Montecitorio il registro pubblico dei portatori di interessi.

Tappa principale è stato il via libera del regolamento da parte della Giunta del regolamento di Montecitorio, avvenuto ad aprile. Il regolamento approvato mercoledì rende attuativo proprio la normativa - valida solo per la Camera - approvata 10 mesi fa.

Le regole attuative varate mercoledì chiariscono alcuni punti lasciati in sospeso dal regolamento di aprile, come ad esempio la definizione delle procedure da seguire per l'iscrizione al registro. Sarà il Collegio dei deputati questori a sovrintendere alla tenuta del registro e alle procedure di iscrizione, svolgendo tutte le attività istruttorie e di verifica previste.

L'elenco sarà pubblico e consultabile sul sito della Camera. Verrà allestito un locale riservato ai lobbisti "per consentire di seguire lo svolgimento dei lavori parlamentari attraverso impianti audiovisivi a circuito chiuso, il canale satellitare e la webtv".

In sede di prima applicazione il locale sarà reso disponibile in occasione dell’esame di provvedimenti di particolare rilievo, "secondo modalità disciplinate dal Collegio". Agli iscritti al registro verrà rilasciato un titolo di accesso annuale (i permessi rilasciati finora decradanno) che sarà tracciabile elettronicamente secondo modalità definite dal Comitato per la sicurezza.

Dopo 60 giorni dall'entrata in vigore del regolamento, l'ufficio di presidenza tornerà a riunirsi per definire gli standard che i lobbisti dovranno seguire per la stesura della relazione annuale. Una volta a regime, il Collegio dei questori riferirà sull'attuazione delle nuove regole all'ufficio di presidenza ogni due anni.

continua -in abbonamento

@ShareTheRoadFab

 

© Riproduzione riservata