Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il relatore del ddl Autonomi vuole rivedere gli studi di settore

lavoro 17 giugno 2016

ROMA (Public Policy) - Revisione degli studi di settore, anche mediante la semplificazione degli adempimenti, e con la previsione dell'eventuale esclusione per le tipologie di reddito di lavoro autonomo per le quali gli studi stessi non consentono un'adeguata rappresentazione dell'attività.

È uno dei principi di delega in materia di revisione dell'imposizione sui redditi di lavoro autonomo contenuta nel pacchetto di emendamenti presentati dal relatore del ddl Autonomi, Maurizio Sacconi (Ap), in commissione Lavoro al Senato.

La delega punta a introdurre nell'ordinamento italiano norme per la ridefinizione dell'imposizione sui redditi di lavoro autonomo, tenendo conto del principio di cassa e di inerenza delle spese. (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata