Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

RELAZIONI INDUSTRIALI, FIAT-SINDACATI: RECIPROCO IMPEGNO PER IL RILANCIO

04 settembre 2013

COSA SI SONO DETTI MARCHIONNE E I SINDACATI

L'amministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne e il
responsabile Emea Fiat-Chrysler Alfredo Altavilla hanno
incontrato oggi a Roma le organizzazioni sindacali firmatarie
del contratto collettivo Fiat: Cisl, Uil, Fim, Uilm, Fismic, Ugl,
Uglm e Associazione quadri e capi.

TUTTI I LANCI DI PUBLIC POLICY

RELAZIONI INDUSTRIALI, FIAT-SINDACATI: RECIPROCO IMPEGNO PER IL RILANCIO

(Public Policy) - Roma, 4 set - Al termine dell'incontro
Fiat-sindacati è stato rilasciato un comunicato congiunto.

"Sergio Marchionne - si legge - ha sottolineato come il contratto sia
stato uno strumento determinante per il rilancio qualitativo
e produttivo degli stabilimenti Fiat in Italia. Anche grazie
ad una piena applicazione delle regole innovative
dell'accordo è stato possibile portare gli stabilimenti
italiani, come Pomigliano d'Arco, Grugliasco, Melfi e Sevel
ad un livello di eccellenza nel panorama automobilistico
internazionale.

Le organizzazioni sindacali, si legge nel comunicato, hanno
confermato il loro impegno nella difesa e nel
rafforzamento dello strumento contrattuale, riconoscendo che
esso rappresenta una condizione imprescindibile per
l'impegno industriale della Fiat in Italia. A tale proposito
esortano ancora una volta la Fiom-Cgil ad accettare le
regole basilari della democrazia industriale, aderendo ad un
contratto firmato dalle organizzazioni sindacali largamente
maggioritarie in Fiat.

Sulla base di questo reciproco rinnovato impegno, Sergio
Marchionne ha comunicato che l'azienda darà inizio
immediatamente al piano di investimenti necessario ad
assicurare il futuro produttivo ed occupazionale dello
stabilimento di Mirafiori; a questo fine sarà richiesta la
proroga dell'attuale Cassa integrazione straordinaria".

FIAT, FARINA (FIM CISL): DA NUOVI INVESTIMENTI SPERANZE E FUTURO AI LAVORATORI

(Public Policy) - Roma, 4 set - "È una buona notizia per i
lavoratori della Fiat e per L'industria italiana, si chiude
definitivamente in questo modo il cerchio del piano
d'investimenti di Fiat in Italia e si ridà futuro e speranza
ai tanti lavoratori del gruppo e all'industria dell'auto del
nostro Paese". È quanto dichiara il segretario generale Fim
Cisl Giuseppe Farina sull'incontro avvenuto stamattina tra
l'ad della Fiat Sergio Marchionne e i sindacati.

"Questo non sarebbe stato possibile senza gli accordi
sindacali, il coraggio dei sindacati che hanno accettato la
sfida del lavoro in Fiat e il consenso dei lavoratori sugli
accordi. La Fiom Cgil con i tribunali riporta i delegati
Fiom negli stabilimenti, la Fim Cisl insieme agli altri
sindacati, con i buoni accordi sindacali porta investimenti
e lavoro".

"La Fiat ha fatto scelte sagge e positive - ha concluso
Farina - ci auguriamo che la Fiom Cgil sappia fare
altrettanto, e compia un analogo atto di saggezza e
responsabilità riconoscendo e partecipando alla gestione
degli accordi".

FIAT, ENTRO 2014 PRODUZIONE NUOVO SUV "LEVANTE"

(Public Policy) 4 set - La produzione del nuovo suv Maserati
che verrà prodotto a Mirafiori avverrà entro il 2014. Lo
afferma il segretario generale della Uil Luigi Angeletti, al
termine dell'incontro con l'ad di Fiat Sergio Marchionne a
Roma in cui i sindacati, esclusa la Fiom, hanno siglato
l'accordo sul piano dei finanziamenti su Mirafiori.
Il nuovo suv, si apprende, si chiamerà "Il Levante" e verrà
presentato nel 2015.

FIAT, OPERAI: MENO DI 1 MLD INVESTIMENTI MIRAFIORI

(Public Policy) Roma, 4 set - Sono sotto un miliardo gli
investimenti per Mirafiori decisi dall'accordo tra la Fiat e
le sigle sindacali firmatarie, esclusa la Fiom. Lo
riferiscono i rappresentanti degli operai uscendo
dall'incontro con Sergio Marchionne.

FIAT, ANGELETTI (UIL): GARANTITI INVESTIMENTI SU MIRAFIORI

(Public Policy) Roma, 4 set - "Abbiamo fatto un accordo che
ribadisce che il contratto che abbiamo firmato è lo
strumento che garantisce gli investimenti che cominceranno a
Mirafiori già nelle prossime settimane". Lo dice il leader
della Uil Luigi Angeletti, uscendo dall'incontro con Sergio
Marchionne.

Gli investimenti a Mirafiori, dice Angeletti, "cominceranno
con un suv della Maserati". "Cominceranno i lavori nelle prossime
settimane - aggiunge - poi ci vogliono mesi per allestire le
nuove linee" di produzione.

Per quanto riguarda il riassorbimento del personale, il
segretario generale della Uil sottolinea: "Ci sarà un
riassorbimento graduale e poi ci vorrà un'altra vettura per
riassorbire tutto".

Sarà un'Alfa?, chiedono i giornalisti. "Non sono della
Fiat", risponde Angeletti. Il segretario Uil poi sottolinea
che oggi non si è parlato di Cassino. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata