Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Resocónto

marbella spagna 10 febbraio 2017

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) - Brutta tosse, mercoledì in aula alla Camera, per il presidente di turno Simone Baldelli, ma solita grinta:

GIGLI (DES-CD): Devo dirle, signora ministro (era rivolto a Beatrice Lorenzin; Ndr), che sono molto deluso. Sono deluso perché io le ho citato dei fatti e vorrei leggerli in spagnolo anche di fronte al pubblico che ci ascolta: Hazte donante de óvulos...

BALDELLI: Abbia pazienza, la lingua del Parlamento italiano è l'italiano!

Poi il deputato di Sinistra italiana, Gianni Melilla, lo scambia con Laura Boldrini, ma lui non se la prende più di tanto:

BALDELLI: Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l'onorevole Melilla. Ne ha facoltà.

MELILLA (SI): Grazie, signora presidente...

BALDELLI: Non esageriamo, onorevole Melilla, va bene la declinazione al femminile, ma adesso mi sembra esagerato. Prego.

A proposito, nel corso della stessa seduta è stato approvato il decreto Sud. Dibattito intenso: "I masaniellismi - ha detto in aula Stefania Covello, deputata Pd - che poi sono l'altra faccia della medaglia del gattopardismo, hanno un corto respiro, e, come eterogenesi dei fini, rischiano solo di alimentare singoli protagonismi, come quelli a cui stiamo assistendo adesso, oggi, trascurando le vere emergenze".

Meno male che c'è la coppia Gigli-Baldelli:

GIGLI (sempre rivolto al ministro Lorenzin): Mi sarei aspettato almeno che dicesse: andiamo a porre un quesito alle autorità spagnole dicendogli ma che sta succedendo a Marbella? Perché le Regioni italiane vanno tutte a comprare? Evidentemente c’è qualcosa che non funziona su questa piccola isola.

BALDELLI: La ringrazio, ma Marbella non è un'isola, comunque. (Public Policy)

@VillaTelesio

© Riproduzione riservata