Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Resocónto - Cera una volta il referendum

dubbio 28 luglio 2017

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) - La vicenda dei vitalizi ha attirato schiere di veri (o presunti) resocontisti, un po' ovunque: chi ha citato l'emendamento - bellissimo - di Simone Baldelli (il vitalizio come un reato), chi le parole di Sergio Pizzolante sul figlio, eccetera eccetera eccetera.

Siccome non posso esimermi dal prendere parte al circo anche io, voilà:

Angelo Cera (Udc), in aula alla Camera: Erano le ultime ore della campagna elettorale referendaria costituzionale e il presidente Renzi si appellava ai cittadini in uno stato di grossa difficoltà dicendo: questo referendum abbasserà i costi della politica, scompariranno i vitalizi. Era un appello disperato.

La verità, cari amici e caro onorevole Renzi, è che gli italiani vi hanno votato contro; gli italiani sopportano pure che la buona politica, quella che non c'è qui dentro, possa usufruire anche dei vitalizi. Il problema è che purtroppo siamo noi nelle condizioni di farci dire dall'esterno che le cose non vanno nella maniera giusta.

Dunque insisto con il dire che gli italiani hanno dato una risposta chiara: non c'è in questa vicenda la rincorsa verso un populismo sfacciato perché gli italiani con il referendum, con il 60 per cento del no, caro amico e collega Richetti, hanno votato no a quella tua nefandezza che non vale la pena nemmeno di citare. (Public Policy)

@VillaTelesio

 

© Riproduzione riservata