Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Resocónto - Cristo & Kim

nord corea 08 settembre 2017

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) - "Noi cristiani dobbiamo seguire Gesù e portare la sua pace a un mondo che, come vediamo anche a causa della crisi nordcoreana, è sempre più a rischio di autodistruzione. Tutti dobbiamo accogliere l’invito di Cristo ad amarci gli uni gli altri, in modo autentico e senza ipocrisie, per irradiare la sua benedizione a questa umanità immersa nelle tenebre".

Lo ha dichiarato il senatore di Forza Italia, Domenico Scilipoti Isgrò, a Gerusalemme, nella giornata conclusiva della conferenza internazionale Parlamento & Fe (questa roba qui).

"Chi afferma di credere in Dio – aggiunge il senatore - deve portare, sulle proprie spalle, le sofferenze altrui, come ci suggerisce la Bibbia presentandoci l’episodio del buon samaritano. La carità e la responsabilità devono diventare, pertanto, il centro delle nostre azioni e delle scelte compiute dagli stati e dall’intera comunità internazionale nel suo insieme, soprattutto in una fase così delicata come quella attuale".

"Le sfide mondiali – conclude Scilipoti - stanno aumentando a causa di problematiche che comprendono anche la questione dell’immigrazione e della Corea del Nord. Quest’ultima deve poter scegliere liberamente di non costruire ulteriori armi atomiche ma di disarmarsi, tramite il dialogo con la Sud Corea, gli Stati Uniti, la Russia, il Giappone, la Cina e l’Unione europea, al fine di avviare seriamente quel processo di pace atteso da anni".

E bentornati dalle vacanze. (Public Policy)

@VillaTelesio

© Riproduzione riservata