Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Resocónto - Mezza parola

camera 03 marzo 2017

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) - Chissà cosa doveva fare il sottosegretario alla Salute, Davide Faraone (palermitano, classe 1975, esponente Pd), martedì pomeriggio.

Erano appena iniziate le dichiarazioni di voto sul ddl in materia di responsabilità degli esercenti le professioni sanitarie, e il sottosegretario sedeva solingo tra i banchi del Governo. Alla presidenza Roberto Giachetti, suo compagno di partito.

PRESIDENTE. Passiamo alle dichiarazioni di voto finale. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l'onorevole Pastorelli. Ne ha facoltà. Prima di dare la parola all'onorevole Pastorelli, avviso il sottosegretario e i colleghi che il banco del Governo durante le dichiarazioni di voto deve essere lasciato libero. Bene. Onorevole Pastorelli...

ORESTE PASTORELLI. Signor Presidente,...

PRESIDENTE. Onorevole Faraone, lei deve rimanere: sono i colleghi che non devono... Bene.

PASTORELLI. ...signor rappresentante del Governo, onorevoli colleghi, questa legge aumenta le garanzie e le tutele...

PRESIDENTE. Scusi, scusi, scusi. Onorevole Faraone, lei deve rimanere mentre parlano i colleghi. Mi scusi, onorevole Pastorelli. Bene, ci siamo capiti. Prego, onorevole Pastorelli.

-----

In realtà non ci siamo proprio capiti. Perché Giachetti interrompe nuovamente Pastorelli, dopo qualche secondo:

PRESIDENTE. Scusi, onorevole Pastorelli: forse non mi sono spiegato (riferito sempre a Faraone; Ndr). Grazie. Prego, onorevole Pastorelli, concluda.

-----

Ma non è finita qui:

PRESIDENTE. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l'onorevole Binetti. Ne ha facoltà.

PAOLA BINETTI. Questo è un disegno di legge di quelli lungamente attesi, anche da più di una legislatura [...] quella medica è una scienza che, nella misura in cui si confronta ogni volta con processi biologici diversi e complessi, chiede...

PRESIDENTE. Scusi, onorevole Binetti. L'onorevole Faraone, il sottosegretario? Onorevole Faraone, se lei ha bisogno ci sono gli assistenti parlamentari che stanno qui apposta. Mi rendo conto, allora... Bene. Prego onorevole Binetti, mi scusi.

BINETTI. Ricomincio. (Public Policy)

@VillaTelesio

© Riproduzione riservata