Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

RIFIUTI, MOZIONE MAGGIORANZA: DEFINIRE MODALITÀ E LIMITI UTILIZZO DEL CSS

rifiuti 26 settembre 2013

RIFIUTI, MOZIONE MAGGIORANZA: DEFINIRE MODALITÀ E LIMITI UTILIZZO DEL CSS

(Public Policy) - Roma, 26 set - Confrontare le condizioni
tecnologiche e operative "che disciplinano l'impiego del
combustibile solido secondario (Css; Ndr) in altri Paesi
europei"; verificare se l'utilizzo dei Css nei cementifici
può determinare rischi per la salute; procedere alla
costituzione di un comitato di vigilanza e controllo, per
garantire il monitoraggio della produzione e dell'utilizzo
del combustibile
. E ancora: d'intesa con le Regioni,
"definire modalità e limiti quantitativi di utilizzo del
Css, tenendo conto delle percentuali regionali di raccolta
differenziata raggiunte".

Sono questi alcuni degli impegni contenuti nella mozione al
Governo
sull'utilizzo dei combustibili solidi secondari nei
forni dei cementifici, presentata alla Camera dalla
maggioranza (primi firmatari Enrico Borghi del Pd e Cosimo
Latronico del Pdl
).

La mozione di maggioranza chiede al Governo di "avviare
approfondimenti tecnici per verificare se e a quali
condizioni l'utilizzo del combustibile solido secondario nei
cementifici non determina rischi per la salute e per
l'ambiente, con particolare riferimento alle effettive
emissioni di sostanze inquinanti derivanti dall'uso dei
rifiuti come combustibili, che tengano conto non solo del
funzionamento degli impianti a regime e in condizioni di
massima sicurezza, ma anche dei possibili rischi derivanti
da malfunzionamenti, fuori servizio e gestione dei
transitori".

A seguito di questi accertamenti preliminari, il Governo
dovrà predisporre "un quadro aggiornato sull'attuazione,
da parte dei settori industriali coinvolti, del potenziale
costituito dal combustibile solido secondario, fornendo anche
informazioni circa i processi autorizzativi avviati". Anche le
commissioni parlamentari competenti dovranno essere
informate sui risultati delle verifiche tecniche e sui dati
di utilizzo del Css.

I deputati della maggioranza chiedono inoltre all'Esecutivo
di "adottare tutte le iniziative necessarie a tutela della
salute e dell'ambiente, anche integrative" e a prevedere
strumenti di informazione e consultazione "in relazione ai
progetti di utilizzo dei combustibili alternativi nei
cementifici".

Infine - si legge nella mozione - bisogna "rafforzare con
ogni strumento a disposizione, in particolare in materia di
emissioni inquinanti, il processo di costruzione di un
moderno ed efficace sistema di controlli ambientali in tempo
reale, al fine di garantire ai cittadini effettive forme di
tutela della salute
e assieme dell'ambiente, anche con la
prescrizione di precise procedure tecniche che impongano
agli operatori l'obbligo di rendere disponibili online i
dati raccolti", e definire "delle linee guida che
specifichino quali tecnologie di processo e di trattamento"
poter utilizzare per "garantire la qualità e la quantità
delle emissioni". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata