Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

La riforma del codice della strada è in arrivo in aula. Cosa prevede

bici 07 aprile 2015

ROMA (Public Policy) - La scorsa settimana la commissione Trasporti alla Camera ha dato il via libera alla proposta di legge che modifica alcuni punti del codice della strada. La pdl - che fa una una sintesi di ben 22 proposte di legge - potrà ora quindi arrivare in prima lettura all'esame dell'aula, non appena la capigruppo deciderà di metterla in calendario. La proposta ha iniziato il suo iter in commissione l'8 ottobre 2014.

Ad agosto il testo è finito al centro del dibattito dell'opinione pubblica quando l'approvazione di un emendamento di Scelta civica ha consentito - con il parere favorevole del governo - di sopprimere l'articolo che istituiva il cosiddetto senso unico eccetto bici. La norma è stata poi reinserita dopo diversi mesi - e una campagna mediatica delle associazioni a favore della mobilità alternativa - con un emendamento del relatore Michele Meta (Pd), che è anche presidente della commissione.

Ma la pdl contiene tante altre modifiche puntuali del codice della strada, come l'introduzione del cosiddetto ergasotolo della patente o la possibilità di rilevare la mancanza dell'assicurazione Rc auto tramite autovelox.

IL SENSO UNICO ECCETTO BICI
Nelle strade o nelle zone all'interno dei centri abitati nelle quali il limite massimo di velocità è uguale o inferiore a 30 km/h, può essere consentita, se espressamente prevista con ordinanza, la circolazione dei ciclisti anche in senso opposto a quello di marcia di tutti gli altri veicoli. Il senso unico eccetto bici è adeguatamente segnalato mediante l'aggiunta, ai segnali verticali di divieto e di obbligo generico, di un apposito pannello integrativo di eccezione per i velocipedi.

ERGASTOLO PATENTE
La revoca della patente diventa a vita per il conducente che commette il reato di omicidio colposo in stato di ebbrezza o di alterazione psico-fisica. Nel caso in cui il conducente che ha commesso il reato non sia provvisto di patente, non può più conseguirla. Viene inoltre modificato l'articolo 187 del codice della strada (guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti) e l'articolo 589 del codice penale, sostituendo - ogni volta che ricorre - la formula "in stato di alterazione psico-fisica dopo l'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope" - o simili - con "in stato di alterazione psico-fisica causata dall'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope". Questo permette una maggiore punibilità della fattispecie.

ALMENO 300 M TRA SEGNALE VELOCITÀ RIDOTTA E AUTOVELOX
Prevista una distanza di almeno trecento metri tra l'avviso di segnaletica di riduzione della velocità e la collocazione del sistema elettronico di rilevamento automatico della velocità.

OK BICI SUI MARCIAPIEDI SE NON SONO D'INTRALCIO
È consentita la sosta delle biciclette sui marciapiedi e all'interno delle aree pedonali, in mancanza di apposite attrezzature di parcheggio. In ogni caso, la bicicletta in sosta non deve recare intralcio ai pedoni e non deve essere collocata lungo i percorsi tattili per i disabili visivi. (Public Policy) NAF

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata