Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

RIFORMA LEGGE ELETTORALE, FA DISCUTERE PREMIO MAGGIORANZA A SENATO

Porcellum, M5s: elezioni incostituzionali. Boldrini: Camera legittima 25 settembre 2013

RIFORMA LEGGE ELETTORALE, FA DISCUTERE PREMIO MAGGIORANZA A SENATO

(Public Policy) - La commissione Affari costituzionali del
Senato ha oggi svolto alcune audizioni informali sulla
riforma della legge elettorale.

Sono stati ascoltati Piero Alberto Capotosti, Ugo De
Siervo, Annibale Marini e Valerio Onida
. "La cosa più
importante emersa oggi - ha riferito Anna Maria Bernini
(Pdl) al termine dei lavori - è l'incertezza sul livello di
assegnazione del premio di maggioranza al Senato".

Anche il costituzionalista Onida lo ha bocciato,
sottolineando tra l'altro che "il premio di maggioranza non
legato a nessuna soglia distorce troppo la volontà degli
elettori" e che "l'omogeneità tra le due Camere non è un
postulato. La vera soluzione del nodo - ha detto Onida - è
la trasformazione del Senato. Una maggioranza diversa in
un'altra Camera non porta a particolari inconvenienti. Il
Senato deve essere la voce delle autonomie anche se non
diretta".

L'esame della riforma della legge elettorale in
commissione, impegnata attualmente con il decreto legge
sulla Pubblica amministrazione, dovrebbe riprendere giovedì
mattina e non è escluso che possa essere presentato da parte
dei due relatori, Bruno (Pdl) e Lo Moro (Pd), un testo
unificato. (Public Policy)

EPA

© Riproduzione riservata