Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Riforma Pa, ecco come cambia il trasporto pubblico locale

tpl 23 febbraio 2016

ROMA (Public Policy) - di Sonia Ricci - Trentotto articoli per riformare la gestione dei servizi pubblici territoriali in mano alle ex municipalizzate, ovvero acqua, rifiuti, energia elettrica e gas, e trasporto pubblico.

Il decreto Madia, che s'inserisce tra quelli attuativi della riforma della Pubblica amministrazione, potrebbe essere bollinato dalla Ragioneria dello Stato questa settimana.

Come anticipato da Public Policy due settimane fa, dopo il primo via libera del Consiglio dei ministri, del 20 gennaio scorso, il provvedimento P.a. è stato riaperto e al suo interno sono state travasate le norme sul Tpl del ministero guidato da Graziano Delrio.

Tra le novità: via gli autobus super inquinanti (dal 2018); contratti di affitto per nuovi mezzi pubblici con la creazione di una rolling stock company, ovvero una società per l'acquisto di mezzi in leasing con il pagamento di un affitto (tramite Cassa depositi e prestiti); rimborso totale del biglietto per ritardi superiori ai 30 minuti, per le zone urbane, e un'ora, per le zone extraurbane.

continua - in abbonamento

@ricci_sonia

© Riproduzione riservata