Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

RIFORME, CONTRO-MOZIONE M5S: ABOLIZIONE PROVINCE E REFERENDUM PROPOSITIVI

m5s 28 maggio 2013

Senato - seduta inaugurale XVII legislatura

(Public Policy) - Roma, 28 mag - Abolizione delle Province,
elementi di democrazia diretta e referendum senza quorum.
"Al momento sono questi tre i contenuti dell'atto che stiamo
scrivendo". Il Movimento 5 stelle "con molta probabilità"
domani presenterà una contro-mozione a quella già annunciata
dalla maggioranza, per l'avvio delle
riforme costituzionali.

A spiegarlo a Public Policy il deputato 5 stelle Riccardo
Nuti (prossimo capogruppo a Montecitorio al posto di Roberto
Lombardi), che precisa: "Al momento presenteremo la contro
mozione da soli, con Sel non ci sono stati contatti, non
sappiamo cosa vogliono fare". Questa mattina il Pd, riunito
al Senato, ha spinto perché la clausola di salvaguardia del
Porcellum e in generale ogni riferimento alla legge
elettorale non entrino nella mozione che domani verrà
presentata alla Camera e al Senato.

"Entro domani mattina - spiega Nuti - il Movimento 5 stelle
presenterà quasi sicuramente una mozione. È scontato parlare
di abolizione delle Province, visto che era già in programma
nella scorsa legislatura. Ma torniamo sulla questione perché
è una proposta importante per aiutare il nostro Paese". E
ancora: "Vogliamo che vengano introdotti elementi di
democrazia diretta come i referendum propositivi. E
chiediamo il 'quorum zero' per i referendum abrogativi".

Per la riforma della legge elettorale il Movimento 5 stelle
"ha già presentato nelle scorse settimane la proposta
'Parlamento pulito' - continua il deputato - è la stessa
proposta sottoscritta da 350mila persone in un giorno
(durante il V-Day del 2008; Ndr) e che i partiti hanno
ignorato".

I 5 stelle concordano sul "ritocco" del Porcellum, "almeno
in un primo momento, ma poi bisogna riscrivere l'intera
legge", spiega Nuti. Ma la modifica sarà votata dal M5s solo
se verranno introdotte le tre proposte contenute nella
proposta "Parlamento pulito": introduzione della preferenza
diretta, limite massimo di due mandati per ogni parlamentare
e incandidabilità per i condannati in via definitiva.
(Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata