Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Riforme, Giachetti e Realacci: rafforzare il referendum, abbassare il quorum

firme 04 agosto 2014

ROMA (Public Policy) - "È fondamentale nella riscrittura della Carta costituzionale dare maggiore forza e attualità allo strumento referendario, prezioso per l'espressione della volontà popolare. È necessario anticipare il giudizio della Corte sul quesito, magari dopo la presentazione di 50.000 firme. A quel punto l'unico vaglio è quello delle firme raccolte che è ragionevole vengano aumentate, tenuto conto delle mutate condizioni demografiche e della diversa diffusione dei mezzi di informazione".

Lo dichiarano congiuntamente Roberto Giachetti (Pd), vicepresidente della Camera, ed Ermete Realacci (Pd), presidente della commissione Ambiente a Montecitorio, aggiungendo: "La raccolta di firme va facilitata utilizzando le nuove tecnologie e sostenuta in caso di successo, come forma di esercizio della volontà popolare, come accade per le campagne elettorali. Va infine drasticamente abbassato il quorum di validità del referendum". (Public Policy)

RED

© Riproduzione riservata