Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Riparte (tardi) l'iter delle proposte sull'educazione di genere

donne genere gender 02 ottobre 2017

ROMA (Public Policy) - Fare dei temi delle pari opportunità, dell'educazione alla parità tra i sessi e alle differenze di genere e dell'educazione socio-affettiva una materia specifica da insegnare a scuola.

È questo l'obiettivo, in sintesi, di alcune proposte di legge alla Camera che sono stati 'sintetizzati' in un testo unico in commissione Istruzione a Montecitorio.

L'esame dei provvedimenti era iniziato prima dell'estate dello scorso anno, con l'incardinamento di alcune proposte di legge firmate da molti gruppi parlamentari (Pd, Sc-Ala, Fi, Mdp, M5s, Si-Possibile).

La relatrice, Mara Carocci (Pd), aveva presentato un testo unificato, frutto del lavoro di oltre dieci sedute di un comitato ristretto istituito ad hoc per studiare le proposte legislative.

Durante la settimana scorsa, dopo che lo stato di avanzamento si era bloccato, la commissione Istruzione a Montecitorio è tornata a discuterne e la presidente della commissione, Flavia Nardelli (Pd), ha avvertito che il termine per la presentazione degli emendamenti sarà fissato nel corso della prossima seduta dedicata al provvedimento.

continua -in abbonamento

IAC

© Riproduzione riservata