Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Le risorse per la banda larga, nella legge di Stabilità

banda larga 14 dicembre 2015

ROMA (Public Policy) - "Le maggiori entrate derivanti dalle procedure di assegnazione dei diritti d'uso delle frequenze di banda 3.6-3.8 Ghz saranno versati allo Stato per essere riversati al Mise per: promuovere la digitalizzazione dei contenuti editoriali e incentivare per il 2016-2017, nelle zone di consegna dei prodotti postali a giorni alterni, abbonamenti ai quotidiani in forma digitale".

E ancora: "Individuare idonee modalità di ristoro di eventuali spese di refarming sostenute dagli attuali assegnatari della suddetta banda; realizzare una consultazione pubblica sugli obblighi del servizio pubblico, radiofonico, televisivo e multimediale; compiere interventi di infrastrutturazione per lo sviluppo della banda ultra larga e incentivare gli utenti finali che attivano i connessi servizi su reti a banda larga ultraveloci".

A prevederlo è un emendamento dei relatori al ddl Stabilità tra quelli depositati in commissione Bilancio alla Camera.

tutti i dettagli - in abbonamento

VIC

© Riproduzione riservata