Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Salute, in una proposta pd stop alle merendine nelle scuole

distributori 24 agosto 2016

ROMA (Public Policy) - Stop allo zucchero ai bambini. Non è la prima volta che si ascolta questo tipo di appello. L'ultima a promuoverlo, attraverso un articolo sulla rivista scientifica Circulation, è l'American heart association che sconsiglia di far assumere zucchero ai minori di due anni e di non superare i 25 grammi al giorno fino ai 18 anni. Il Parlamento italiano ha allo studio norme per disincentivare l'uso del cosidetto junk food, il cibo spazzatura, da parte dei minori. Il Pd, a firma Umberto D'Ottavio e Massimo Fiorio, ha presentato alla Camera una pdl per vietare la vendita nelle scuole, attraverso i distributori automatici, di merendine e altri cibi poco sani.

Il cuore della proposta, come detto, è lo stop alla vendita di patatine e merendine nei corridoi delle scuole attraverso i distributori automatici. "È vietata la somministrazione - si legge nell'articolato - mediante distributori automatici situati negli istituti scolastici e in altri luoghi pubblici abitualmente frequentati da minori, di alimenti e bevande contenenti un elevato apporto totale di acidi grassi saturi, di acidi grassi trans, di zuccheri semplici aggiunti, di sodio, di nitriti e di nitrati utilizzati come additivi, di dolcificanti, di teina, di caffeina, di taurina e di altre sostanze".

Per aggiornare l'elenco delle sostanza è poi istituito un Tavolo interdisciplinare che dovrà stabilire il limite di presenza delle sostanze considerate a rischio, nonché di ogni altro ingrediente ritenuto sconsigliabile ai fini di una corretta alimentazione e della tutela della salute dei minori dai rischi alimentari. Il Tavolo è composto da un rappresentante del ministero della Salute, da uno del ministero dell'Istruzione, da uno del ministero delle Politiche agricole, da uno del ministero dello Sviluppo economico e da quattro rappresentanti delle Regioni competenti in materia di salute, istruzione e agricoltura.(Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata