Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Salva Roma, a studio slittamento termini correlati rottamazione cartelle

equitalia 08 aprile 2014

ROMA (Public Policy) - Adeguamento dei termini procedurali sulla rottamazione delle cartelle Equitalia, il cui termine è stato fatto slittare al 31 maggio 2014. Questa, secondo quanto si apprende, una modifica che governo e relatori del dl Salva Roma ter stanno valutando, in vista dell'inizio dell'esame degli emendamenti nell'Aula della Camera.

Esame che procede un po' a rallentatore: causa il ddl sulle quote rosa alle europee che va approvato prima nell'Assemblea di Montecitorio, e una relazione tecnica della Ragioneria sul testo della commissione che ancora non è arrivata.

Tanto che il comitato dei diciotto delle commissioni Bilancio e Finanze alla Camera, previsto per le 10.15, è slittato a orario da definirsi. Al momento, si apprende da fonti di governo, non è stata ancora sciolta la riserva se porre o no la questione di fiducia: si valuterà nelle prossime ore anche in base all'ostruzionismo annunciato da Lega e M5s. Ad ogni modo i tecnici del governo sono a lavoro per valutare i circa 400 emendamenti arrivati al testo in Aula.

Da quanto apprende Public Policy al momento l'unica proposta di modifica a cui governo e relatori lavorano è un intervento puramente tecnico, reso necessario a seguito della proroga della 'rottamazione' delle cartelle esattoriali al 31 maggio 2014, per spostare in avanti anche i termini correlati per tutti gli altri adempimenti, come ad esempio dare più tempo a Equitalia per comunicare all'ente impositore l'elenco di chi aderisce alla 'rottamazione'. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata