Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Sanità, bozza ddl: dirigenti e primari, carriere diverse ma stessi stipendi

salute 12 novembre 2014

ROMA (Public Policy) - All'interno della dirigenza medica e sanitaria "distinguere" la carriera "professionale" da quella "manageriale" ed equiparare le retribuzioni dei dirigenti medici a quelle dei primari. È quanto di legge nella bozza di ddl delega Gestione e sviluppo delle risorse umane all'interno del Servizio sanitario nazionale (Ssn), così come previsto dal Patto della salute, di cui Public Policy ha preso visione.

La distinzione delle due carriere - viene previsto dal ddl - sia "articolata sulla complessità degli incarichi conferiti, mediante la graduazione delle posizioni". Inoltre, la bozza prevede, che con decreti legislativi il governo dovrà stabilire "la retribuzione di posizione contrattuale e aziendale (che spetta ai dirigenti medici; Ndr) possa essere equivalente a quella prevista per i direttori di struttura complessa (i primari; Ndr)".

E ancora: il governo dovrà prevedere che le indennità "contrattualmente definite per la parte tabellare della retribuzione e per l'esclusività di rapporto per i dirigenti di struttura siano attribuibili anche ai dirigenti con incarico professionale in identica misura". (Public Policy)

Tutti i contenuti della bozza, in abbonamento.

SOR

© Riproduzione riservata