Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Sblocca Italia, in arrivo il sistema integrato degli inceneritori

terra fuochi, bocciato emendamento m5s contro costruzione inceneritori 26 agosto 2014

ROMA (Public Policy) - Entro novanta giorni dalla data di entrata dello Sblocca Italia, "il presidente del Consiglio, su proposta del ministro dell'Ambiente, individua, con proprio decreto, gli impianti di recupero e di incenerimento dei rifiuti urbani esistenti o da realizzare per attuare un sistema integrato e adeguato di gestione di tali rifiuti e per conseguire l'autosufficienza a livello nazionale e superare le procedure di infrazione per mancata attuazione delle norme europee di settore".

È quanto prevede una bozza di articolato del cosidetto piano Sblocca Italia, atteso in Cdm venerdì prossimo, in possesso di Public Policy. "Tali impianti, individuati con finalità di progressivo riequilibrio socio-economico fra le aree del territorio nazionale e senza pregiudizio per gli obiettivi di raccolta differenziata e di riciclaggio, costituiscono infrastrutture e insediamenti strategici di preminente interesse nazionale", prosegue le bozza. I termini previsti per l'espletamento delle procedure di espropriazione per pubblica utilità, di valutazione di impatto ambientale e di autorizzazione integrata ambientale degli impianti sono ridotti alla metà. Se questi procedimenti sono in corso alla data di entrata in vigore del decreto, sono ridotti della metà i termini residui.(Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata