Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Gennaio, rinnovo al Senato e il governo pensa al rimpasto

palazzo chigi governo 29 dicembre 2015

ROMA (Public Policy) - Il 20 gennaio 2016 verranno rinnovate anche le commissioni del Senato, operazione già svolta mesi fa dalla Camera.

Un'occasione, viene raccontato, che dovrebbe legarsi a doppio filo con il mini rimpasto nel governo che è atteso da giugno.

Per quanto riguarda il Senato, secondo quanto si apprende, le presidenze delle commissioni dovrebbero sostanzialmente essere tutte confermate ad eccezione di due, ovvero quelle ricoperte da esponenti di Forza Italia: la commissione Giustizia di Nitto Palma e la Lavori pubblici di Altero Matteoli.

Una delle due presidenze sarà data quasi sicuramente ad Area popolare: uno dei nomi più quotati è quello dell'ex sottosegretario Antonio Gentile.

Dovrebbero invece essere riconfermati anche i due presidenti della minoranza Pd, ovvero Massimo Muchetti alla Industria e Vannino Chiti alle Politiche europee e Roberto Formigoni, di Area popolare, presidente della commissione Agricoltura.

Proprio nell'ottica dei bilanciamenti di forze all'interno della compagnie di governo, dovrebbe diventare finalmente realtà il mini rimpasto per riempire le caselle vacanti: quella di ministro delle Questioni regionali (per cui si fa il nome della deputata di Ap Dorina Bianchi), quella di viceministro al Mise (per cui si fa il nome dell'attuale sottosegretario al Lavoro Teresa Bellanova o di Vasco Errani) e quella di viceministro agli Esteri, che dovrebbe andare al dem Enzo Amendola.

Quella di fine gennaio sarà l'ultima occasione per fare il mini rimpasto, viene osservato in casa Pd: se si deciderà di non procedere alle nomine significa che non si faranno più.(Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata